Mario Oliverio vola nei sondaggi e stacca Wanda Ferro e gli altri. Meno di 20 giorni per la mission impossible

di Alessandro Russo – 

A stare a sentire i sondaggi la partita è già finita prima ancora di essere giocata. Eppure ci prova a giocarla questa partita Wanda Ferro, candidata alla presidenza della Regione di metà centrodestra – Forza Italia, Fratelli d’Italia e Casa delle libertà (come simbolo) – che l’altro giorno è riuscita ad arruolare pure il re del tonno Pippo Callipo tra i propri sostenitori. Ma rosicchiare il presunto vantaggio di Mario Oliverio – che peraltro ha avuto il vantaggio di rodare la macchina elettorale alle primarie del Pd e del centrosinistra – sarà davvero dura («se avessi avuto altri tre mesi di tempo…», pare abbia dichiarato Wanda).

Secondo un sondaggio della società Chi Quadro per il Quotidiano del Sud, se si votasse oggi Mario Oliverio otterrebbe il 47 per cento dei consensi contro il 25,8 di Wanda Ferro. Stiamo parlando di un distacco di 21,2 punti percentuali. Nico D’Ascola, candidato dell’altro pezzo del fu ex centrodestra, cioè Ncd e Udc, salirebbe sull’asticella dell’8 per cento (riuscendo, così, a far eleggere consiglieri al suo blocco), mentre il Movimento 5 Stelle confermerebbe un trend da incubo dopo Reggio: il candidato alla presidenza Cono Cantelmi, che sabato si lancerà con il parapendio da Praia a Mare (la metafora da quest’impresa d’annunziana ricavatela voi), si fermerebbe al 3,8 per cento. In fondo al sondaggio il candidato della sinistra più a sinistra, l’Altra Calabria, Domenico Gattuso: Chi Quadro gli attribuisce l’1,5 per cento. I non so si attestano al 6,4 per cento, i nessuno al 7,5 per cento.

Mario Oliverio tra i suoi sostenitori
Mario Oliverio tra i suoi sostenitori

Ovviamente i sondaggi sono sondaggi: cioè indicano una tendenza, che a 19 giorni dalle elezioni può essere completamente ribaltata. Ma non si può negare che – a oggi – questo sondaggio appaia in sintonia con l’aria che tira e con i punti incontro pro Oliverio che nascono come funghi in Calabria: i calabresi hanno un fiuto particolare per i vincitori annunciati.

Quindi, da giornalisti e osservatori del grande spettacolo elettorale, un appello ai candidati: rendete questa battaglia più avvincente, più divertente. Non fateci addormentare, non abbandonatevi a un destino che sembra già scritto. Fate in modo che la competizione sia avvincente fino all’ultimo. Wanda, Nico e Domenico, se proprio non vi piace il parapendio, provate con le tigri ammaestrate. E tu, Mario, che sembri il generale Schwarzkopf in Desert Storm, rallenta un po’. Anche noi giornalisti abbiamo diritto di lavorare.