La Viola fa volare i cuori e la città di Reggio

Una grande serata per la città di Reggio Calabria e per la Viola Basket, con una vittoria al cardiopalma, con la “restituzione” ufficiale a reggini del Palapentimele e con una squadra che, passo dopo passo, con prestazioni emozionanti, sta restituendo ai tifosi le grandi emozioni che ne hanno fatto una grande realtà sportiva e sociale.

LA CRONACA DELLA PARTITA

Terza vittoria consecutiva per la Viola che davanti ai 3.500 spettatori del Palapentimele, coglie il successo dopo una partita entusiasmante. Questo risultato permette agli uomini di coach Benedetto di raggiungere quota 14 punti e di agganciare Treviglio al terzo posto in classifica. La Viola, grazie ai punti di Rezzano e ad un Rush in condizione stratosferica si porta avanti a +10 alla fine del primo quarto, vantaggio che mantiene fino a quattro minuti dall’intervallo. I neroarancio forzano troppi tiri e gli ospiti impattano la partita sul 44-44 alla fine del secondo quarto. Dopo un terzo quarto che vede Latina avanti anche di 8 punti, a poco più di due minuti dalla fine, la Viola si riporta in vantaggio di due punti: si va punto a punto fino a quando a 36’’ dalla fine Marco Rossi compie un capolavoro realizzando una tripla più il tiro libero aggiuntivo per il fallo subito, portando. Gli ospiti falliscono la bomba del pareggio a pochi secondi dalla sirena e finisce 87-85.

Una panoramica del Palapentimele (ph Tiziana Galluso)
Una panoramica del Palapentimele (ph Tiziana Galluso da Fb)

Nel dopo partita il coach Benedetto ha dichiarato: “Sapevamo di incontrare una squadra forte ed importante, con un roster che secondo me è da primi posti in classifica. Noi abbiamo giocato bene il primo quarto, l fatto di aver iniziato molto bene è stata un’arma a doppio taglio: in quel momento ho subito capito che la partita sarebbe stata in salita. Infatti, ci siamo un po’ seduti a causa anche della condizione fisica precaria di qualche nostro giocatore come ad esempio Deloach che, per noi, è decisivo per poter condurre al meglio il nostro gioco. Siamo, comunque, riusciti a stare in partita nonostante lo svantaggio maturato nel terzo quarto ed a cercare di fare le cose semplici e di essere più aggressivi in difesa.. Dobbiamo rimanere sempre umili ed affrontare questo difficile campionato partita per partita perché si può vincere o perdere contro chiunque ed i risultati di oggi lo confermano. Mi sembra che la mia squadra, ormai da qualche partita, abbia compreso lo spirito con il quale vanno affrontate le partite e che abbia nel suo animo la voglia di combattere fino all’ultimo secondo e di questo sono molto orgoglioso”.

Tabellino

Viola – Latina (30-20, 44-44, 63-65, 87-85)

VIOLA: Deloach 7, Casini 19, Azzaro 6, Rezzano 17, Lupusor, Rossi 10, De Meo ne, Rush 19, Florio ne, Ammannato 9.

Coach: Gianni Benedetto

LATINA: Mathlouthi ne, Banti 11, Santolamazza 2, Nardi 19, Ihedioh 9, Uglietti 7, Cantone 3, Austin 19, Ianes 4, Reed 11.

Coach: Luigi Garelli

Arbitri: Nicola Beneduce, Umberto Tallon, Alessandro Loscalzo

Una fase di Viola-Latina
Una fase di Viola-Latina