La Calabria che va #oltre i propri limiti: presentata la rassegna seaTOURING

di Josephine Condemi — 

Un timone, blu come il mare, per mantenere la rotta. La passione come vela, per soffiare più forte del pregiudizio. Una direzione: superare gli stereotipi che ci riguardano raccontando in sinergia la Calabria che (r)esiste e che vuole ripartire. Sea Touring – #CalabriaOLTREScillaeCariddi, la rassegna socioculturale di agosto 2015 ideata e condotta da Paola Bottero e Alessandro Russo, promossa dall’associazione culturale Farcose e organizzata da Sabbiarossa Edizioni in collaborazione con Progetto 5 e il network Touring, si è presentata ieri mattina alla città. Nella biblioteca del palazzo della Provincia i rappresentanti delle istituzioni partner (lo stesso ente provinciale, i Comuni di Scilla e Villa S. Giovanni) e alcuni dei 32 ospiti che si alterneranno nelle serate previste tra Scilla e Cannitello dal 5 al 13 agosto. «SeaTouring è un concetto che declineremo in sette temi differenti» ha precisato Paola Bottero «Cercando di dimostrare che è possibile parlare oltre le parole, raccontando la storia di questa terra con i fatti». «Abbiamo ricevuto grande disponibilità da parte di tutti gli attori coinvolti» ha aggiunto Alessandro Russo «a dimostrazione che fare rete si può e si deve».

Musica, lavoro, giustizia, sviluppo, enogastronomia, turismo, economia sommersa, per dibattiti polifonici tra dati e mito, alle 21.30.

da sinistra Russo, Bottero, Gattuso, Raffa, Messina e Siclari
da sinistra Russo, Bottero, Gattuso, Raffa, Messina e Siclari

L’apertura, mercoledì 5 agosto al Lido Francesco – Marina Grande di Scilla, è affidata al dialogo con i cantautori Fabio Macagnino e Paolo Sofia (QuartAumentata): “Dentro la musica, cercando le radici e guardando al futuro”, per cercare di catturare, in spiaggia, le note accordate al passato prossimo. «Ci sono degli scenari che vanno rivisti, anche musicalmente» ha sottolineato Macagnino «Sono stanco della retorica dell’appartenenza, ho un piede in Calabria e uno in Italia e in Europa. Solo l’assimilazione della tradizione permette il futuro, ma il passato non può imprigionarci».

Giovedì 6 agosto, “Oltre le sirene: dal mito nasce il nuovo lavoro”. Piazza S. Rocco sulla rocca di Scilla accoglierà chi, come il migrante di ritorno descritto da Pascoli, interroga le Sirene per capire cosa fare, e cosa sapere, per non doversene più andare. Proveranno a rispondere a queste domande: Federica Roccisano, assessore al lavoro e al welfare della Regione Calabria; Patrizia Nardi, assessore alla cultura del comune di Reggio Calabria; Daniele Castrizio, docente dell’università di Messina; Anna Barbaro, campionessa italiana di nuoto paralimpico; Pasquale Ciccone, sindaco di Scilla; Maria Gattuso, assessore alla cultura del medesimo comune. «La Calabria è piena di talenti» ha evidenziato Anna Barbaro «e di associazioni che lottano per fare emergere il positivo che esiste. Forse è il momento di ascoltarle». «Dare spazio alla cultura significa voler crescere» ha rincarato Maria Gattuso «e dibattere su questi temi con onestà è il modo più prossimo per iniziare a farlo».

Venerdì 7 agosto, sempre a Piazza S. Rocco, ci si chiederà qual è “La forza della giustizia” con i magistrati Giuseppe Creazzo, procuratore della repubblica di Firenze; Antonio De Bernardo e Stefano Musolino, entrambi sostituto procuratore antimafia di Reggio Calabria. Se giustizia è libertà, come andare oltre le sopraffazioni?

Lunedì 10 agosto piazza Chiesa di Cannitello accoglierà “Calabria: Exit o Restart? Le ragioni per rialzare la testa”. Da questa terra occorre soltanto andarsene o si può ripartire? E da dove? Ne discuteranno con Russo e Bottero: Antonio Viscomi, neo vicepresidente della giunta regionale assessore al bilancio; Francesca Moraci, docente di urbanistica all’università Mediterranea nonché membro del CdA Anas; Nico D’Ascola, senatore, docente universitario e giurista; il presidente della provincia di Reggio Calabria Giuseppe Raffa; i sindaci di Reggio Calabria e Villa S. Giovanni, Giuseppe Falcomatà e Antonio Messina. Proprio Messina ha sottolineato, in conferenza stampa, che «Cannitello è un borgo che stiamo cercando di far diventare turistico, attraverso le sinergie con i diversi comuni. Occasioni come questa rassegna sono utili per capire come farlo sempre meglio». Dal canto suo Raffa ha specificato che Seatouring «non è la classica rassegna da lustrini e va verso la direzione che è quella di radicare più che sbandierare. Cominciare a piccoli passi a tracciare un sentiero nuovo, valorizzando le nostre risorse».

Martedì 11 agosto spazio a “Sapori di mare e tesori enogastronomici: la sfida del mercato”. Alle 20, la strada che conduce a Piazza Chiesa si riempirà di tavoli per il menù ideato dall’associazione culturale Luce dello Stretto, con le incursioni di comicità di Benvenuto Marra e Giorgio Casella. Dalle 21.30, la tavola rotonda che vedrà ospiti: gli imprenditori Pippo Callipo, Mariaconcetta Tripodi e Carmelo Basile; Roy Biasi, assessore alle attività produttive della provincia di Reggio Calabria; Giuseppe Bombino, presidente dell’Ente Parco d’Aspromonte; Francesco Cannizzaro, consigliere regionale nonché delegato eventi e turismo della provincia di Reggio Calabria; Giovanni Siclari, vicesindaco di Villa S. Giovanni; il giornalista Pino Toscano. «Vorremmo che di queste invasioni ce ne fossero una al giorno» ha dichiarato Siclari «e che queste contaminazioni tra eventi già presenti, come la serata di degustazione, e quelli proposti, come il dibattito sull’enogastronomia, fossero sempre più presenti». Sinergie tra sapori, valori e impresa perché,ha sottolineato lo stesso Toscano, «questa bella occasione può diventare grande. Possiamo davvero andare oltre, nel mare di Ulisse, perché la voglia di viaggiare c’è rimasta».

Mercoledì 12 agosto, a piazza Chiesa si tratterà di turismo. Una filiera dalle risorse infinite, qualora si riuscisse a non sperperarle oltre. A “Turismo incatenato: la Calabria tra falle e pregiudizi” parteciperanno il neoassessore regionale all’ambiente, Antonella Rizzo; il direttore generale Turismo e Cultura della Regione, Pasquale Anastasi; il consigliere provinciale Francesco Morabito; il presidente regionale Federalberghi, Vittorio Caminiti; il politico Wanda Ferro; l’assessore provinciale alla cultura e alla legalità Eduardo Lamberti Castronuovo, che, in conferenza stampa, ha sottolineato: «di messaggi positivi ce ne sono tanti, come i potenziali turisti. Il problema, in entrambi i casi, è farli arrivare a destinazione». Caminiti ha invece rimarcato il primato di Villa S. Giovanni sulla ricettività: «la cittadina ha il più alto numero di posti letto, in rapporto agli abitanti, di tutto il Sud Italia». Come fare in modo che si riempiano?

Giovedì 13 agosto, l’ultimo oltre riguarderà il traffico internazionale di stupefacenti. “Oltre l’oro bianco”, a partire dall’ultimo volume di Nicola Gratteri, procuratore aggiunto della Repubblica di Reggio Calabria, intervistato da Paola Bottero. Come superare il mondo del narcotraffico gestito dalla ‘ndrangheta?

CIT. “Ragione e passione sono timone e vela della nostra anima navigante”. K. Gibran