Giunta alla XX edizione la Settimana dell’Astronomia di Stilo

da Rachele La Giusta J — 

Aderendo all’iniziativa ONU, che ha proclamato il 2015 Anno Internazionale della Luce, si è tenuta la XX edizione della Settimana della Scuola di Astronomia a Stilo: “A cavallo di un raggio di luce tra scienza, letteratura, arte”.

La Scuola è stata organizzata, come di consueto, dalla Società Astronomica Italiana, dalla DG per gli Ordinamenti Scolastici del Miur, in collaborazione con l’Istituto Nazionale di Astrofisica, la Provincia di Reggio Calabria e il comune di Stilo. Le Scuole di Astronomia sono finalizzate, tra l’altro, alla preparazione scientifica degli studenti che si sono distinti nei licei italiani nell’ambito delle Olimpiadi Nazionali di Astronomia.
A Stilo, dunque, anche i cinque finalisti che rappresenteranno l’Italia in Russia per le Olimpiadi Internazionali (e tra loro i giovanissimi Silvia Neri e Francesco Imbalzano dei Licei da Vinci e Campanella di Reggio).

gruppo di Stilo 2015Un’esplosione di interventi accademici fruttuosi sul piano scientifico, didattico ed epistemologico che hanno suscitato confronti serrati tra i numerosi iscritti: docenti delle Scuole Secondarie di Secondo Grado e ricercatori provenienti da tutt’Italia. A garantire un clima di inflessibile rigore e appassionato entusiasmo ha provveduto la curatrice organizzativa che da sempre si occupa della divulgazione delle tematiche astronomiche sul territorio (tra l’altro, responsabile scientifico del Planetario Phytagoras di Reggio Calabria), l’instancabile Angela Misiano, convinta che “il tema della luce è certamente uno dei più accattivanti e accessibili per promuovere la scienza in maniera multidisciplinare”. Così, dopo l’abbagliante apertura con la conferenza del presidente SAIt , Roberto Buonanno (Armonia della Luce nelle sfere celesti), e una settimana densissima di ascolti, i docenti, provenienti dai vari Istituti, hanno lavorato per la progettazione di percorsi formativi trasversali, convogliando le informazioni ricevute in nuove unità di apprendimento. Esiti incoraggianti sul piano della ricerca e sul piano didattico-metodologico, come hanno spiegato Fabrizio Mazzucconi, Direttore Scientifico della Scuola e Massimo Esposito, Dirigente Tecnico del MIUR. E ancora, per il ventesimo anno, un’occasione per valorizzare la cornice paesaggistica ineguagliabile e mitica dello Stilaro e il versante dell’accoglienza e della ristorazione locale.