Alluvione Rossano: entro stasera scenderanno a 40 gli sfollati nel centro di accoglienza. Lavoro e solidarietà in moto

dal Comune di Rossano (Cs) — 

Si è concluso il vertice dell’unità di crisi, presieduto dal Prefetto Tomao, dal Sindaco Antoniotti e dal Presidente della Regione Oliverio, al quale hanno preso parte i vertici delle Forze armate operanti sui luoghi dell’alluvione, delle Forze dell’Ordine, della Protezione civile regionale e dei tecnici comunali. Presenti anche il sindaco di Crosia, altro centro colpito pesantemente dalle precipitazioni, ed i rappresentanti istituzionali del Comune di Corigliano.

I lavori per la pulizia, lo sgombero e la messa in sicurezza delle aree critiche proseguirà anche, in modo intensivo, nel prossimo weekend di Ferragosto e senza sosta. Prevista un’ordinanza straordinaria del Prefetto per consentire ai mezzi pesanti interessati nelle attività d’emergenza di circolare anche nei giorni festivi.

ALLUVIONE-RIPARTENZA (11)Sono state recuperate tutte le auto danneggiate e distrutte nel corso della fase alluvionale e depositate nel centro di sicurezza dell’ex elaiopolio. I proprietari delle suddette auto devono presentare denuncia o dichiarazione di danneggiamento presso le Forze dell’Ordine. Il recupero ed il ritiro delle autovetture e dei mezzi è completamente gratuito. Al momento uomini e mezzi sono a lavoro in località Sant’Angelo, Momena e nelle contrade montane rimaste isolate.

Il numero degli sfollati ospitati nel centro di accoglienza di via Candiano è sceso a 100 unità, ma si pensa che già in serata potrebbero arrivare a circa 40 unità. Questo grazie al grande e sinergico lavoro pianificato dal Comune di Rossano, in collaborazione con Diocesi, Prefettura e Regione, che ha messo a diposizione degli evacuati – soprattutto turisti – mezzi gratuiti per rientrare nelle località di residenza.

Va avanti, inoltre, il lavoro di sorveglianza e vigilanza di tutte le forze dell’ordine su tutto il territorio comunale. Il comando provinciale della Guardia di Finanza di Cosenza è operativo con quattro pattuglie e una formazione del Soccorso alpino, in servizio h24, in località Sant’Angelo e località Momena, con funzioni di controllo del territorio e aiuto alle popolazioni residenti. Con loro, operativi anche gli agenti della Polizia di Stato, del Corpo Forestale dello Stato e i militari dell’Arma dei Carabinieri.

il bollettino delle 11

Proseguono i lavori e le attività di pulizia, costruzione e ripristino dell’impianto urbano cittadino e delle strutture private. Al momento sono operativi circa 100 militari dell’Esercito e del Genio civile ed altrettanti volontari (associazioni e liberi cittadini) impegnati nei predetti interventi in zona Sant’Angelo e Momena. Gli agenti del Corpo forestale dello Stato, invece, continuano a presidiare le aree a monte del Centro storico, nella Sila Greca, dove si registrano ancora delle criticità.

Al momento rimangono isolate alcune contrade: Acqua del Fico, dove rimangono isolate due famiglie, ma non in pericolo; via Canada in contrada Momena (ex Stella dello Jonio); Zagaria sul fronte montano.

Criticità si continuano a registrare anche sulla viabilità minore. Chiusa la Strada Provinciale Celadi e la strada ccomunale di contrada Gutterie, entrambi per frane. Smottamenti nelle contrade Zolfara e Piragineti, in via Miglianova.
rossano sfollatiSul fronte dell’assistenza agli sfollati, al momento, nel centro di accoglienza di via Candiano rimangono solo 150 persone. Il Comune ha messo a disposizione dei turisti che sono stati colpiti violentemente dall’alluvione e che intendono rientrare in sede un bus di linea dedicato gratuito Rossano-Napoli, che partirà nel pomeriggio di oggi (ore 14.30). Il coordinamento di questo servizio è stato affidato alla Diocesi Rossano-Cariati (referente Don Pino Straface).

L’Enel, inoltre, ha comunicato di aver risolto tutte le criticità e che l’energia elettrica è garantita in tutte le utenze del Comune di Rossano.

Rimangono attive, per tutte le emergenze, le linee telefoniche 0983.516141 (Protezione Civile) e 0983.529560 (Vigili Urbani).
Tra le diverse iniziative solidali si registra quello attuato dal Comune, che ha attivato un conto corrente postale ed uno bancario per la raccolta fondi da destinare al supporto delle attività emergenziali. Questo l’IBAN IT71N0538780921000000993343 della Banca Popolare del’Emilia Romagna, questo il Conto Corrente Postale N.12606893 intestati al Comune di Rossano. Inoltre, da evidenziare l’iniziativa del settimanale G che, a sua volta, ha attivato la campagna “Una mano per Rossano” per la raccolta fondi da destinare alle esigenze della Caritas per l’operatività nell’emergenza alluvione, IBAN: IT70L0538780921000002351702 della Banca Popolare del’Emilia Romagna. Ogni cittadino potrà versare liberamente un’offerta per le esigenze di chi ha bisogno.

istantanee del lavoro dei volontari per la ripartenza