Natanti e acquascooter troppo vicini a riva a Cetraro (Cs): sanzionati i conducenti

da Andrea Chirizzi — 

Prosegue, con continuità, l’azione di vigilanza e controllo lungo la fascia costiera di giurisdizione da parte del personale dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Cetraro, alla guida del Comandante Andrea Chirizzi, allo scopo di verificare il corretto ed ordinato svolgimento delle attività diportistiche e balneari.

gommone capitaneria di portoNel week-end appena trascorso gli equipaggi del battello pneumatico GC135 e della motovedetta CP705 hanno sorpreso diversi conducenti di natanti da diporto a motore e di acquascooter a navigare ed ormeggiare nella zona di mare sotto costa riservata, come noto, alla balneazione.
Sei in totale le infrazioni, quattro delle quali accertate in tratti di mare antistanti il litorale di San Lucido, una in quello di Fuscaldo ed una in quello di Falconara Albanese. Ai conducenti di queste unità navali sorpresi ad effettuare navigazioni pericolose, considerata peraltro la presenza in acqua di bagnanti, è stato elevato il previsto verbale amministrativo di 172 euro.
Come noto le navigazioni sotto costa sono vietate nel corso della stagione estiva a meno che non avvengano all’interno dei corridoi di lancio che, laddove presenti, consentono il sicuro arrivo a riva e la sicura partenza da riva delle unità. Pertanto l’Ufficio Circondariale Marittimo di Cetraro raccomanda il rispetto di tali basilari norme comportamentali per la sicurezza balneare e ricorda, da ultimo, che è sempre attivo, 24 ore al giorno ed utilizzabile gratuitamente sia da telefonia fissa che da cellulare, il numero blu 1530 per le emergenze in mare.