Falcomatà su elezione di Arturo Bova a Presidente della Commissione consiliare regionale contro la ‘ndrangheta

dal Comune di Reggio Calabria —

«L’istituzione della Commissione consiliare regionale contro la ‘ndrangheta è una buona notizia per la Calabria. Il fatto che a guidarla sia stato eletto il consigliere Arturo Bova lo è ancora di più. Il lavoro da fare è arduo ed in salita, ma sono certo che il consigliere Bova sia la persona giusta e saprà adempiere a questa sfida dimostrando le sue capacità sul campo, in un terreno complesso come è quello della lotta alla ‘ndrangheta». È quanto dichiara in una nota il Sindaco di Reggio Calabria esprimendo compiacimento per l’elezione del nuovo Presidente della Commissione consiliare regionale contro la ‘ndrangheta.

«La strategia di contrasto contro la criminalità organizzata – ha aggiunto il primo Cittadino di Reggio Calabria – passa certamente da una vigorosa azione repressiva da parte delle forze dell’ordine, terreno sul quale in Calabria si sono già raggiunti importanti risultati, ma anche da azioni di prevenzione che sono un elemento essenziale al quale deve assolvere la politica. Io credo fermamente che le mafie vadano sconfitte soprattutto sul terreno dell’economia. È solo attraverso lo sviluppo, i servizi, il welfare che si riuscirà a ridurre le sacche di povertà dalle quali la ‘ndrangheta arruola il suo esercito, aumentando il suo consenso sociale tra la gente. Per questo è importante che la Commissione contro la ‘ndrangheta sia in condizione di dialogare con i territori e rappresenti anche un supporto importante alle linee di indirizzo sulla governance della Regione. Un compito che, sono certo, il consigliere Bova assolverà con ottimi risultati».

Arturo BovaArturo Bova, eletto presidente della Commissione consiliare contro la ‘ndrangheta in Calabria mercoledì scorso con 19 preferenze (presenti e votanti 31; schede bianche quattro), è stato eletto in Consiglio regionale nella circoscrizione Centro per la lista “Democratici e Progressisti” con 2.953 preferenze. Alla prima legislatura regionale, è nato a Catanzaro il 30 aprile 1965, è sposato e padre di due figlie. Laureato in Giurisprudenza presso l’Università di Messina, è avvocato penalista. Nel 2009 è stato eletto sindaco di Amaroni, carica riconfermata nel 2014, con il 94.6% delle preferenze. Componente della direzione provinciale di Catanzaro del Pd, dal 2014 è stato nominato ambasciatore dell’Unicef.

L’Assemblea ha eletto anche il Vicepresidente della Commissione contro la ‘ndrangheta, Giuseppe Mangialavori, e il segretario, Franco Sergio.