Le sere nate in note all’Acquario Bistrot di Cosenza

di Angela Potente — 

Chi mi conosce sa perfettamente che non sono adusa ad autocelebrazioni ma da qualche tempo collaboro ad un progetto decisamente bello e facendo un non piccolo sforzo voglio vincere la mia solita reticenza e parlarvene. Da un mese circa all’Acquario Bistrot di Cosenza ogni martedì e sabato c’è un appuntamento fisso con la musica dal vivo: Le sere ♪ nate ♪  del Bistrot.
Pensate dal centro R.A.T in collaborazione con Francesca Ricca Zupi e con la sottoscritta (ecco il momento dell’autocelebrazione tanto temuto è appena passato e nessun fulmine mi ha colto, ne sono davvero felice!) sono venute alla luce una serie di serate in cui la musica è la protagonista assoluta.
Molti i gruppi che si sono avvicendati nel corso delle serate già svoltesi regalando al pubblico ogni volta emozioni diverse.

Dalla prima serata inaugurata dal sound di Fabio Cinque, finalista con il suo singolo Ricadi al premio “Musica contro le mafie”, ogni appuntamento ha visto esibirsi sul piccolo palco del Bistrot artisti e musicisti di talento come Luca Pietramala accompagnato dalla splendida voce di Francesca Bruni. Aldo D’Orrico, Mario D’Orrico, Giuseppe Romano e Alessio Iorio in arte i Muleskinner, che hanno saputo regalarci momenti emozionanti con il loro repertorio bluegrass. Paolo Presta, dei Musicanti del vento, e Gianluca Bennardo che hanno presentato un originalissimo connubio tra fisarmonica e trombone che resterà indelebile nella nostra memoria. Mattia Tenuta, dei Soul Pains, Roberto Risorto e Mario D’Ambrosio che hanno saputo creare atmosfere soul funk facendoci sognare. Il Bader Dridi Trio, con Federico Mari e Alessio Sisca, che ha portato nel Bistrot le calde sonorità della musica tunisina. E lust but not least il blues degli Shake for Blues, Roberto Cortese, Manolito Cortese e Andrea Salerno, che ci ha fatto ballare e shakerare il bacino.

Cs Acquario bistrotIl mese che si sta aprendo non sarà certo da meno, e molti altri artisti lasceranno di certo il segno nei nostri cuori. Chi volesse saperne di più, così non rovino la sorpresa spifferando di già i nomi degli artisti che si alterneranno nelle nostre serate, può visitare la nostra pagina Facebook.
Un ringraziamento particolare voglio dedicarlo ad Armando Cupelli che mi supporta e sopporta in questa mia avventura. Grazie al centro R.A.T. (ad ogni suo componente), e grazie alla mia “socia” Francesca Ricca Zupi che sa regalarmi sempre un sorriso. A Serenella Garofalo e Raffaella alias Rosa Filice una menzione speciale per la costante e dolce presenza ad ogni nostra serata.
Che altro dire? Noi vi aspettiamo e che musica sia!

Ps. Resta il punto fermo che non so assolutamente scrivere pezzi in cui mi autopromuovo. Ma spero di migliorare per quando diventerò davvero famosa. E per finire con un altro ringraziamento: grazie ai miei amati amici e direttori Paola ed Alessandro che mi vogliono sempre bene. Spero…