Statale 106: parlamentari calabresi inadeguati a rappresentarne i problemi

dall’ass. Basta Vittime sulla SS 106 —

Nelle ultime ore l’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” ha ricevuto diverse e svariate segnalazioni che riescono ad evidenziare chiaramente quanto la S.S.106 sia ormai inadatta ad assolvere il ruolo di seconda arteria viaria della Regione Calabria. La “strada della morte”, infatti, è ancora oggi la sola e l’unica via di comunicazione sulla costa jonica calabrese e ciò diventa un serio problema quando, per diverse cause, non è possibile percorrerne un tratto.

Il maltempo di queste ultime ore ha creato molti danni su una strada concepita male, inadatta a gestire volumi di traffico elevati e, soprattutto, mantenuta male da una Anas Spa che è sempre più presente sui network di informazione per le note vicende di corruzione e malaffare che trovano riscontro nelle opere che realizza e che sono sotto gli occhi di tutti.

L’Associazione per queste ragioni ha richiesto diverse volta, tramite diverse comunicazioni avvenute con posta certificata, ai parlamentari calabresi l’istituzione di una Commissione Parlamentare d’Inchiesta sulla S.S.106 con il fine, appunto, di ricercare, evidenziare, affrontare e risolvere problemi la cui responsabilità è ascrivibile solo e soltanto alla conformazione della strada che presenta lacune e criticità.

Nessuno, ancora oggi (fatta eccezione per il Senatore Francesco Molinari), ha risposto alla nostra richiesta: c’è stato solo un comunicato dei parlamentari del Pd che sostenevano sulla stampa (…), di aver avviato iniziative utili a far nascere una Commissione Parlamentare d’Inchiesta sulla S.S.106 ma non c’è, ad oggi, alcun fatto concreto o informazione formale che ci spinge a ritenere quel comunicato propagandistico credibile.

Ancor peggio i parlamentari del M5S che risposero, sempre sui network di informazione (…), affermando che una Commissione Parlamentare d’Inchiesta sulla S.S.106 è inutile e costosa e che però, come abbiamo dimostrato, hanno investito non poco impegno per richiedere Commissioni parlamentari sulle Banche e sulla Xilella, queste sì certamente inutili e costose!

L’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” pertanto, anche dopo le difficoltà sorte sulla mobilità lungo la S.S.106 a causa del maltempo nelle scorse ore, intende denunciare pubblicamente l’incapacità ed il disinteresse che tutta la classe politico-parlamentare calabrese ha manifestato in passato e continua a manifestare ancora oggi nei confronti della S.S.106 in Calabria.
Costoro sono responsabili morali delle tante vite umane che avrebbero potuto salvare semplicemente svolgendo il loro dovere e sono irresponsabili e indegni di rappresentare la nostra regione nelle sedi parlamentari dove, fatta eccezione per la propaganda ed i proclami, non riescono a svolgere nessun ruolo, ad ottenere nessun risultato ed a difendere gli interessi generali della nostra regione e, nello specifico, il diritto alla mobilità dei cittadini calabresi.

L’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” infine, rivolge l’appello a tutti i cittadini calabresi a NON VOTARE nessuno di questi incapaci ed inetti manifestando il rifiuto più totale a partecipare alla vita democratica di un Paese che non garantisce il diritto alla mobilità dei propri cittadini costretti a percorrere la “strada della morte civile”!