Irto e Falcomatà dal sottosegretario Ferri per il futuro della Corte d’appello di Reggio

dal Consiglio Regionale della Calabria — 

Il sottosegretario alla Giustizia Cosimo Ferri ha ricevuto questa mattina, negli uffici di Via Arenula a Roma, il presidente del Consiglio regionale della Calabria, Nicola Irto, e il sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà.

Irto Ferri FalcoL’incontro, promosso dai deputati Demetrio Battaglia ed Ernesto Magorno, ha riguardato il futuro del distretto di Corte d’appello reggino, alla luce della proposta di riforma degli uffici giudiziari formulata dalla commissione Vietti. Secondo i criteri generali individuati da quest’organismo, la razionalizzazione delle Corti d’appello dovrebbe tener conto dei carichi di lavoro degli uffici e del numero di abitanti.
Il presidente dell’Assemblea legislativa e il primo cittadino hanno sottoposto al rappresentante del governo l’esigenza di salvaguardare il distretto reggino, definito “un fondamentale presidio di legalità per la Città metropolitana: un territorio nel quale la presenza della ‘ndrangheta impone un forte ruolo e una piena percezione dello Stato e delle istituzioni giudiziarie”.

Per Irto e Falcomatà “il confronto al Ministero è stato positivo e ha confermato la disponibilità all’ascolto e l’attenzione del governo nei confronti della nostra comunità. D’intesa con il sottosegretario Ferri – hanno aggiunto – ci faremo parte diligente per l’apertura di un tavolo tecnico territoriale nel quale vogliamo siano coinvolte tutte le istituzioni, con l’obiettivo di redigere un ampio e condiviso documento di proposta da presentare al governo. Lo sottoporremo al ministero della Giustizia in tempi brevi per salvaguardare il distretto di Corte d’appello della Città metropolitana, la cui importanza è strategica nell’ambito dell’azione di contrasto alle mafie condotta dallo Stato”.