Doppio Faceboom a Lamezia. Con Paola Bottero, il 26 maggio

da Samarcanda —

2016 0526 S5 Lamezia18 “vite incatenate ai tempi dei social”, in un percorso dove il virtuale incrocia il reale, le persone in carne e ossa incrociano i nick, la realtà si confonde con l’immaginazione.  E’ il viaggio raccontato da Paola Bottero nelle pagine del suo ultimo libro “Faceboom”, che sarà presentato giovedì prossimo 26 maggio a Lamezia Terme in un duplice appuntamento: la mattina alle 10.30 all’auditorium del Liceo Campanella di Lamezia Terme, il pomeriggio alle 19 presso la sede dell’associazione culturale “Theodora” in Via Tevere, 4. Quanta “realtà” c’è nelle interazioni virtuali e quali rischi per i giovani dall’utilizzo dei social network saranno tra i temi affrontati dalla giornalista Paola Bottero che, dopo  “Carta vetrata”, torna ad affrontare il tema della comunicazione e della mistificazione ai tempi dei social network, del predominio della forma sulla sostanza, della narrazione mediatica sulla realtà dei fatti. Converseranno con l’autrice nei due appuntamenti lametini, la docente Michela Cimmino e la blogger lametina Ippolita Luzzo. L’incontro pomeridiano sarà introdotto dalla presidente dell’associazione Theodora Manuelita Iacopetta.

La conversazione di Paola Bottero all’istituto superiore diretto da Giovanni Martello si inserisce nel percorso  avviato due anni fa con il progetto Pon Scuolainforma, che ha creato all’interno del Liceo un ufficio stampa realizzato dagli studenti stessi e sollecitato tra i ragazzi un approccio critico ai temi dell’informazione e della comunicazione come chiave per interpretare l’attualità, con risvolti pratici nell’ottica dell’alternanza scuola – lavoro.