Due anni esatti dall’inizio dei lavori. Ma corso Garibaldi a Reggio è ancora un cantiere

Rc corso Garibaldi cantiere 1Spett.le Redazione,

è una vergogna. Doveva esser inaugurato, come da progetto, a dicembre 2015. Siamo all’estate 2016, i lavori erano iniziati nell’estate 2014.
Sono passati 2 anni, come gli anni di governo dell’Amministrazione Falcomatà. Con l’attuale avanzamento dei lavori, non basterà neanche tutto il 2016 per completare il nuovo Corso Garibaldi. I disagi sono enormi, per i commercianti, per i cittadini, per i (pochi) turisti che si trovano in città e che assistono a questo triste “spettacolo”.

Rc corso Garibaldi cantiere 2Se la A3 Salerno-Reggio Calabria è quasi completata, ci pensa l’Amministrazione Falcomatà (in compagnia della Soprintendenza) a erigere il nuovo simbolo  del ritardo e del sottosviluppo del Sud: il Corso Garibaldi di Reggio Calabria.
In Giappone l’avrebbero realizzato in una settimana, in Olanda probabilmente in un mese.

Qui siamo a due anni esatti. Due operai a lavorare sul cantiere nord, con traverse chiuse (in città con rischio sismico) e cantieri centrali e a sud dove non si vede nessun passo in avanti. Della questione pavimentazione da Comune e Soprintendenza tutto tace. Dialogo e concertazione fra le due Istituzioni è pari a zero.
Nella zona Sud, tra piazza Garibaldi fin dopo piazza Camagna, è stata completata la nuova pavimentazione ma mancano ancora lampioni, cestini, panchine e arredi previsti dal progetto, che verranno realizzati in un secondo momento. Nel frattempo Piazza Italia, Piazza Duomo e Piazza Camagna recintate e sottratte alla fruizione dei cittadini. Se questo è il modo di governare le opere pubbliche in questa città, con Patti,  Pon Metro e rimodulazione-Decreto Reggio ne vedremo delle belle.

Giusi Calafiore