Assolto il giornalista Agostino Pantano: era accusato di ricettazione, finisce un’odissea

Assolto perché il fatto non sussiste. Con questa sentenza Agostino Pantano, il giornalista calabrese accusato di ricettazione di notizie “secretate” mette la parola fine ad una odissea giudiziaria che ha gettato ombre sulla reale libertà di stampa. A deciderlo il Tribunale di Palmi. La vicenda risale al 2010, quando Pantano raccontò con ben 18 approfonditi articoli giornalistici le motivazioni che portarono allo scioglimento del consiglio comunale di Taurianova.

agostino pantano
Agostino Pantano

Il Giudice Labate, dunque, assolvendo Pantano ha scongiurato il rischio che potesse finire in carcere, pena prevista per questo tipo di reato. Ad accusare Pantano, prima di diffamazione, dalla cui accusa era già stato assolto, un componente dell’allora Consiglio comunale di Taurianova, che ha ricoperto diversi incarichi politici a più livelli istituzionali, che parlò di repentaglio per lo Stato a causa di alcune notizie venute fuori nei 18 articoli che non erano di competenza del giornalista.