Stasera altri due grandi eventi a Tabularasa: Reggio Rosso Goji e il grande cinema con Mimmo Calopresti e Paride Leporace

Altri due grandi eventi questa sera, domenica 17 luglio, a Tabularasa, nell’Arena dello Stretto sul Lungomare di Reggio Calabria: ospiti della rassegna uno dei più importanti registi italiani, Mimmo Calopresti, e il presidente della Lucana Film Commission, Paride Leporace, che saranno preceduti dal Talk&Cooking Show del Goji Italiano. Si parte alle ore 20 con il Goji italiano e si prosegue alle ore 21 e 30 con la “Calabria e l’Italia nel cinema internazionale”, per una serata all’insegna delle nuove frontiere del gusto e delle nuove frontiere del cinema.

Tabularasa Calopresti

ore 20:00 | REGGIO ROSSO GOJI – Talk&Cooking Show del GOJI ITALIANO®
Conduce: Anna Aloi

Partecipano: Rosario Previtera agronomo e presidente della Rete di imprese LYKION, Patrizia Pellegrini naturopata bioterapeuta nutrizionale, Stefania La Badessa farmacista e autrice di “Medicina naturale per la donna”.

Dressano: Enzo Cannatà chef executive del GOJI ITALIANO, Stella Fiorino maestra pasticcera.

Il Goji Italiano ®, la nuova scommessa di sviluppo che parte dal Sud e regala benessere, salute ed energia “made in Italy”. Un Talk show e un Cooking show per capire in fondo le rinomate proprietà nutraceutiche ed antiossidanti delle Bacche di Goji Italiano fresche e biologiche in esclusiva e per assaggiarle nelle varie declinazioni gastronomiche.

ore 21:30 | LA CALABRIA E L’ITALIA NEL CINEMA INTERNAZIONALE

talk con Mimmo Calopresti e Paride Leporace

Mimmo Calopresti
Nato a Polistena (Reggio Calabria), regista, classe 1955. Collaboratore dell’ Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio, nel 1985 vince il primo premio al Festival ‘Cinemagiovani’ di Torino con il video “A proposito di sbavature”. Dopo aver realizzato, all’inizio della carriera, diversi documentari e cortometraggi, (da ricordare ‘Fratelli minori’, 1987, ‘Ripresi’ – 1987, girato nel carcere di Torino – e ‘Alla Fiat era così’, 1990) all’inizio degli anni Novanta inizia la sua collaborazione con la Rai, per la quale realizza ‘Paolo ha un lavoro’ (1991) e ‘Paco e Francesca’ (1992). Nel 1994 vince il Premio Solinas con la sceneggiatura ‘La seconda volta’. Nel 1995 è presente in concorso a Cannes con il film omonimo, di cui cura anche la regia. Due anni più tardi è regista e sceneggiatore del film ‘La parola amore esiste’, presente ancora a Cannes nella ‘Quinzaine des Réalisateurs’. Nel 1998 dirige il documentario ‘Tutto era Fiat’. Nel suo palmares figurano, fra gli altri, il premio per la migliore opera prima al Chicago International Film Festival e il Ciak d’oro per la migliore opera prima. Nel 2000 firma la regia di ‘Preferisco il rumore del mare’. Ecco i film realizzati: La seconda volta (1995, La parola amore esiste (1998), Preferisco il rumore del mare (2000), La felicità non costa niente (2002), L’abbuffata (2007), Uno per tutti (2015).

Paride Leporace
È nato sotto il segno dei Gemelli nell’anno in cui si svolge American Graffiti. Calabrolucano combatte le contraddizioni di due meravigliose regioni meridionali. Nelle sue precedenti vite è stato autonomo, punk, ultrà, rilevatore storico, critico cinematografico. Ha fondato Radio Ciroma e il quotidiano Calabria Ora ma anche la Mensa dei poveri di Cosenza. Pensa di essere giornalista e ancora si chiede come abbia fatto a dirigere due giornali (il Quotidiano della Basilicata) e ad essere per cinque anni vicario di Ennio Simeone al timone del Quotidiano della Calabria. Ha collaborato a Mucchio Selvaggio. Ha scritto il libro “Toghe rosso sangue” in cui narra la biografia dei 27 magistrati uccisi in Italia. Attualmente ricopre l’incarico di Direttore della Lucana Film Commission.