Il Porto di Gioia Tauro è una questione nazionale

da Ernesto Magorno —

porto-gioia-tauro«Quella di oggi sarà una data da ricordare per i calabresi. Un altro importantissimo passo, decisivo e concreto,  è stato compiuto in favore della nostra regione con la firma dell’accordo sul Porto di Gioia Tauro, sottoscritto quest’oggi a Roma dal ministro Delrio, dal sottosegretario De Vincenzi,  dal Presidente Oliverio, dal viceministro Bellanova, dal sottosegretario Biondelli, dal Commissario per l’AP di Gioia tauro Agostinelli, dall’Ad di Invitalia Arcuri», lo dichiara il segretario regionale del PD Ernesto Magorno che aggiunge: «Non posso non salutare con grandissima soddisfazione un  accordo di basilare importanza, per il rilancio di un’area strategica per la nostra regione e per l’intero meridione, sottoscritto al termine di un lavoro straordinario e complesso che segna una svolta nello sviluppo delle possibilità inespresse dal Porto di Gioia Tauro e guarda con attenzione alla tutela dei lavoratori della struttura».

Conclude Magorno: «E’ un altro segno di un cammino comune  intrapreso dal Governo nazionale e  da quello regionale, fatto di cose concrete e che, in questo caso, ha saputo fare del Porto di Gioia Tauro, tanto attesa dai calabresi, una questione nazionale, ritenendola decisiva per lo sviluppo stesso del  Mezzo giorno e dell’intero Paese».