Raffa respinge le dimissioni di Lamberti: «Non abbandonare la compagine che ti ha sostenuto in questi anni»

Eduardo_Lamberti_CastronuovoLa giunta provinciale di Reggio Calabria ha tenuto questa mattina una riunione coordinata dal presidente Giuseppe Raffa. L’Amministrazione di palazzo Corrado Alvaro, tuttora in carica per il disbrigo degli affari ordinari ai sensi della legge Delrio, ha esaminato, tra gli altri punti all’ordine del giorno, le dimissioni dell’assessore alla Cultura e Legalità, Eduardo Lamberti Castronuovo. Su proposta del presidente Raffa, – si legge in una nota del portavoce – la giunta ha respinto le dimissioni e chiesto a Lamberti Castronuovo di proseguire nel suo impegno politico-amministrativo.

Ad argomentare questa scelta è stato, in particolare, il presidente Raffa che ha spiegato: “Riteniamo che la cultura sia stata uno degli assi fondamentali lungo i quali si è sviluppata l’azione dell’amministrazione provinciale nel corso di questi anni. Particolarmente qualificante è stato il contributo dell’assessore Lamberti Castronuovo all’attività di questa giunta, che ha ottenuto risultati di alto valore politico e istituzionale. Rivendichiamo con orgoglio il lavoro svolto e sentiamo di dover esprimere gratitudine all’Assessore, il cui impegno si è demarcato anche sul terreno della legalità. Proprio l’idea di congiungere il tema della cultura con quello fondamentale del rispetto delle regole – ha proseguito Raffa – è stata il leit motiv del nostro percorso amministrativo. Tutto è nato dalla convinzione, espressa dall’assessore Lamberti e da noi condivisa e sostenuta, che un plus di cultura generasse un corrispondente incremento in termini di sviluppo socio-economico, legalità e benessere diffuso. I risultati positivi sono sotto gli occhi di tutti”.
La giunta provinciale ha rilevato come “la vigente normativa sulle Città metropolitane non determini alcuna causa di incompatibilità tra la carica di consigliere metropolitano e quella di assessore provinciale. Anzi, proprio una siffatta situazione può costituire un valore aggiunto e facilitare la transizione dal vecchio al nuovo ente, nel segno della continuità e dell’efficienza amministrativa”.
La giunta infine ha dato mandato al presidente Raffa di chiedere a Lamberti Castronuovo di “non abbandonare la compagine che lo ha sostenuto ed apprezzato nel corso di cinque anni, per non lasciare un lavoro ormai avviato e tuttora in itinere, in attesa che lo Statuto non ancora varato dalla Città metropolitana stabilisca le regole mediante le quali potrà proseguire il percorso da noi avviato”.