La filiera culturale secondo Andrea Cuzzocrea a Reggio parte da Peppe Piromalli

da Confindustria Rc —

“Una sinergia per cercare di creare una filiera culturale”. Così il presidente di Confindustria Reggio Calabria, Andrea Cuzzocrea, durante la conferenza stampa di presentazione della partnership tra l’associazione degli industriali reggini e la compagnia teatrale “Officina dell’arte”, diretta da Giuseppe Piromalli. Nell’incontro con gli organi d’informazione, tenutosi nel Salone di Confindustria, è stato illustrato il percorso avviato dagli imprenditori reggini finalizzato a sostenere e promuovere la cultura sul territorio provinciale.

da sin: Chirico, Piromalli, Cuzzocrea, Calabrese
da sin: Chirico, Piromalli, Cuzzocrea, Calabrese

“Le aziende del settore agroalimentare che rappresentano le eccellenze della provincia hanno voluto sponsorizzare la programmazione teatrale che “Officina dell’arte” porta al Cilea, –  ha continuato Cuzzocrea – dando così un contributo importante, anche in termini economici, a questo gruppo che già in passato si è distinto con spettacoli  di grande successo e che quest’anno propone sul palco nuove collaborazioni con attori di calibro nazionale come Gennaro Calabrese. Abbiamo colto subito la possibilità – ha sottolineato il presidente degli industriali reggini – di essere anche noi promotori di questa attività e lo abbiamo fatto con molto piacere. Poter aiutare questa realtà, rappresentata da Peppe Piromalli è per noi motivo di orgoglio”.

Le aziende che aderiscono al progetto (Mangiatorella, Mauro, Romanella, Tramontana, Policom, Fattoria della Piana, Salumi Benedetto, Attinà) esporranno i loro prodotti nella hall del teatro durante la programmazione.
Nell’occasione Cuzzocrea ha anche parlato della recente iniziativa del Mibact volta  a sostenere le imprese che puntano a valorizzare le risorse culturali del territorio nelle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia. “Cultura Crea” è un programma di incentivi (Asse Prioritario II – PON FESR 2014-2020 “Cultura e Sviluppo”) gestito da Invitalia.  “In tale ambito – ha dichiarato Cuzzocrea – è previsto un road show nelle regioni coinvolte, che farà anche tappa a Reggio Calabria”.

Il direttore artistico di “Officina dell’arte” Giuseppe Piromalli dopo aver ringraziato l’associazione degli industriali reggini per l’attenzione rivolta ed in particolare “le aziende che si sono proposte, per la vicinanza” ha affermato: “Per noi è vitale il supporto degli imprenditori.  Le aziende che danno risalto al territorio, che rappresentano la parte bella e positiva della nostra terra sono vitali per la crescita del tessuto economico e sociale. Noi – ha continuato – cerchiamo, attraverso questa partnership, di rinsaldare il rapporto con queste espressioni lungimiranti dell’imprenditoria cittadina”.
Piromalli ha poi presentato la programmazione che si aprirà al Cilea il prossimo 22 ottobre. Un cartellone impegnativo e di rilievo che ospiterà artisti di livello nazionale. Punta di diamante della rassegna sarà lo show di Ale e Fanz e il monologo di Pino Insegno, ma l’apertura della stagione sarà affidata ad un artista reggino che ha calcato i palchi più prestigiosi: Gennaro Calabrese, presente in conferenza stampa.  “Abbiamo scelto Gennaro – dice Piromalli –  perché lo ritengo un artista vero, che si è fatto da solo. Per me è un onore fare aprire la mia stagione ad un attore che ha fatto dell’umiltà, oltre che della bravura, il suo tratto distintivo”.

L’attore, figlio di Reggio Calabria, entusiasta  di aprire il cartellone 2016- 2017 di “Officina dell’arte” ha sottolineato: “Sono contento di essere nella casa degli industriali reggini. Constatare che esistono aziende importanti che esportano i propri prodotti in giro per il mondo è motivo di orgoglio per tutti i reggini. Quanto allo spettacolo – ha concluso – “Tutta colpa della televisione” sarà un atto unico, ricco di varietà artistica: dalla musica, agli sketch, ai monologhi, sarà un autentico one man show”.