Il patrimonio Viola di tutti i reggini: la funzione sociale dello sport

dal Comune di Reggio Calabria —

Si rinnova il matrimonio tra la Viola Basket e la Città di Reggio Calabria. Nel pomeriggio di ieri riunione tecnica a Palazzo San Giorgio, alla presenza del Presidente della Viola Raffaele Monastero e del Sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà. L’incontro, al quale hanno preso parte anche il patron della società neroarancio Giancesare Muscolino, il vicepresidente Giuseppe Lo Presti e i tecnici del settore Sport del Comune, è stato utile a definire il percorso che porterà al rilascio della licenza d’uso per le partite di campionato della principale squadra di basket cittadina.

falcomata-e-monasteroSoddisfatti il Presidente Raffaele Monastero e il Sindaco Giuseppe Falcomatà che hanno commentato positivamente gli esiti dell’incontro.

«Gia dalla conclusione della scorsa stagione sportiva – ha dichiarato il primo Cittadino – l’Amministrazione si è messa al lavoro per arrivare pronta ai nuovi importanti appuntamenti che attendono la Viola Basket con l’inizio del nuovo campionato di Serie A2. La nostra intenzione è quella di sostenere le realtà sportive che portano alto il nome della nostra città in Italia e nel mondo. Non è solo una questione esclusivamente agonistica, mi riferisco all’enorme funzione sociale che lo sport assume nella nostra città. La Viola Basket è anzitutto un patrimonio dei reggini, per la sua gloriosa storia ma anche per il suo importante presente sportivo».

Da parte sua il Presidente Monastero ha ringraziato l’Amministrazione «per la grande disponibilità dimostrata nell’avviare il percorso che porterà la Viola Basket, anche quest’anno, a calcare per le partite casalinghe il prestigioso parquet del PalaCalafiore di Reggio Calabria. Un tempio del basket – ha commentato Monastero – già in passato teatro di imprese sportive straordinarie e che anche quest’anno ospiterà le importanti sfide che attendono la nostra compagine sportiva».