Roccisano: i disabili meritano la nostra stima e gratitudine oggi e ogni giorno

da Federica Roccisano *

Oggi ricorre la giornata internazionale delle persone con disabilità. Non deve essere semplicemente una ricorrenza, ma una giornata che deve far riflettere un po’ tutti. L’impegno per l’inclusione delle persone con disabilità deve essere capillare e vedere impegnati tutta i membri della società, ognuno per la propria competenza e il proprio ruolo.

Il Governo regionale del Presidente Oliverio sta lavorando per superare le barriere architettoniche, ma anche e soprattutto quelle culturali: interventi sull’inclusione scolastica, programmi e monitoraggi sul l’inclusione lavorativa, promozione della vita indipendente e del dopo di noi, ripartizione degli interventi a valere sul fondo della non autosufficienza dedicati alle disabilità gravissime. Siamo infatti in una fase in cui sia il livello nazionale che quello regionale stanno mettendo in campo diverse azioni che vanno a tutela delle persone con disabilità e delle loro famiglie. È necessario però rivolgersi a tutti perché i risultati siano davvero concreti. È necessario, infatti, l’impegno di tutti per far fronte a ritardi ed esclusioni a danno delle persone con disabilità.

Non ci devono essere più grida di indignazione da parte delle famiglie, perché i loro figli sono stati esclusi da una gita scolastica. Non ci devono essere appelli sgolati di persone a cui le ASP hanno dato 6 mesi di attesa per ricevere una sedia a rotelle , perché è un diritto non essere rinchiusi in casa. Non ci devono essere tabù sul tema, né strumentalizzazioni per avere le prime pagine dei giornali o dei servizi in TV. Ogni giorno ci sono famiglie e operatori che silenziosamente lavorano per superare le difficoltà delle persone con disabilità. Sono loro che meritano la stima e la gratitudine di tutti noi in questa giornata e in tutti gli altri giorni e per loro e con loro dobbiamo continuare a lavorare nella direzione di una Calabria realmente inclusiva.

* Ass. Lavoro, Formazione, Politiche sociali,
Pubblica Istruzione alla Regione Calabria