Un tavolo regionale per contrastare la violenza sulle donne

da Federica Roccisano

La Giunta Regionale ha approvato la Costituzione del Tavolo di Lavoro Regionale per la prevenzione ed il contrasto alla violenza sulle donne. Il tavolo sarà composto, oltre che dall’Assessore  Regionale  delle Politiche Sociali e dalla Consigliera di Parità, da un Dirigente e un funzionario del Settore Politiche Sociali della Regione Calabria, da cinque componenti del Coordinamento Regionale dei Centri Antiviolenza e Casa Rifugio della Calabria e da una componente designata  dall’ANCI della  Calabria.

“Il tavolo – afferma l’Assessore al Welfare Federica Roccisano – è il risultato di un processo consultivo realizzato con il coordinamento regionale dei Centri Anti Violenza e delle Case Rifugio e avrà importanti finalità di carattere propositivo e di monitoraggio sugli obiettivi e la programmazione annuale contro la violenza sulle donne, in attuazione del tavolo nazionale nonché dell’applicazione della Riforma del Welfare ai sensi della Legge Regionale 23/2003 e anche della 328/2000. Al tavolo competerà ancora la realizzazione di azioni di sensibilizzazione e prevenzione al fine di diffondere la conoscenza al fenomeno della violenza di genere, la formulazione di pareri sulle istanze relative che pervengono al Settore Politiche Sociali della Regione Calabria relative al riconoscimento degli sportelli e dei Centri Antiviolenza del territorio regionale.
Il tavolo si pone, quindi, obiettivi ambiziosi quali la promozione del monitoraggio e delle analisi dei casi e delle tipologie di violenza contro le donne avvenuti nel territorio e la loro elaborazione al fine di individuare le aree a maggiore rischio, e la realizzazione di griglie di valutazione sulla qualità prestazioni erogate dai Centri Anti Violenza e dalle case Rifugio e per i requisiti minimi per l’attivazione dei Centri Antiviolenza.
La costituzione del tavolo è un’ulteriore azione che dimostra della sensibilità del Governo regionale del Presidente Mario Oliverio e della sua giunta verso il delicato tema della Violenza di Genere e della volontà di costruire strategia di contrasto univoche e forti in virtù della sinergia creatasi con i Centri anti Violenza e le Case Rifugio che quotidianamente lavorano nella nostra Regione.”