Reggio verso l’assemblea pubblica dell’11 gennaio

dalla Presidenza del Consiglio comunale di Reggio Calabria 
e dal movimento ReggioNonTace

Per uscire dal tunnel della sfiducia nelle istituzioni, occorre che ciascuno si impegni a cambiare il modo di vivere, cercando un confronto aperto e leale con chi ha responsabilità di governo. Per questo il Movimento ReggioNonTace si è fatto promotore, di un’Assemblea pubblica, ex art. 20 dello Statuto comunale. Più di 500 cittadini hanno sottoscritto la richiesta per questa Assemblea che il Sindaco ha prontamente convocato e che si svolgerà Mercoledì 11 Gennaio 2017 a partire dalle ore 17 presso la Sala Versace del Ce.Dir., dove si sono svolte le altre due assemblee pubbliche dell’11 gennaio 2013 e del 24 gennaio del 2014 nonché quella del 14 Marzo 2016 organizzata dall’amministrazione comunale. In quelle occasioni la grandissima partecipazione ha messo in cantiere una varietà di proposte che ora più che mai vanno approfondite e realizzate.

L’andamento dell’Assemblea sarà articolato in quattro momenti: si comincerà con una breve introduzione a cura dei promotori; seguiranno gli interventi dei cittadini che avranno a disposizione 3 minuti e che si accrediteranno, scrivendo una mail a assembleapubblica@reggiocal.it dal 2 al 9 gennaio 2017: a questo proposito è bene ricordare che saranno presi in considerazione i primi 50 iscritti in ordine cronologico (più 10 di riserva). Sarà necessario inserire nome, cognome e/o associazione di riferimento con all’oggetto il tema trattato. Non saranno presi in considerazione gli interventi relativi a temi non all’Ordine del giorno.

Le tematiche oggetto di intervento dei cittadini saranno tre e precisamente:

  1. Attivazione degli strumenti di partecipazione. E‘ indispensabile che i cittadini possano avere accesso agli strumenti per una reale partecipazione alle decisioni ed alle politiche che riguardano la città: consulte di settore, conferenza programmatica di bilancio, assemblee, etc., tutti strumenti previsti e normati dallo Statuto Comunale.
  2. Alloggi popolari. Non ci sono assegnazioni dall’ultima graduatoria del 2012 ed è giusto che chi ha diritto possa usufruirne senza incorrere in situazioni di prevaricazione o illegalità cui abbiamo assistito in questi anni. L’assemblea è un luogo privilegiato per proporre l’adozione di misure tese a porre fine a questo scandalo.
  3. Attivazione del registro tumori. L’aumento dei tumori nella nostra terra è elevato e allarmante; l’attivazione del registro tumori nella città metropolitana permetterà più facilmente di comprenderne le cause e aiuterà a fare prevenzione. Chiederemo al Sindaco che è garante della salute dei cittadini, di usare tutta la sua autorità perchè gli organi competenti dell’ASP possano porre rimedio a questa ingiustificabile carenza.

Dopo gli interventi dei cittadini è previsto l’intervento conclusivo del signor Sindaco. Al termine, l’Assemblea voterà il verbale con le relative proposte attinenti i temi all’odg che sarà oggetto di comunicazione  al primo Consiglio comunale utile. Vogliamo fortemente, proprio per alimentare le speranze aperte dalle precedenti assemblee pubbliche, che Reggio diventi un “laboratorio di partecipazione”; desideriamo e operiamo perché la nostra città sia conosciuta per la vitalità della società civile e non per modelli che contrastano con la legalità e il senso di giustizia, in questo senso le sinergie poste in essere con le istituzioni tracciano una strada ben precisa e trasparente.