Temperature ancora molto basse in Calabria, in piena attività le unità di crisi

Restano molto basse le temperature in Calabria, nonostante un lieve miglioramento del tempo. Più che per la neve, caduta nei giorni scorsi anche alle quote più basse, i problemi sono causati dal ghiaccio. Per il quarto giorno consecutivo la regione, dunque, deve fare i conti con il gelo. Durante la notte le temperature sono scese ancora una volta ben al di sotto dello zero, con una punta minima nella Sila cosentina dove si è arrivati a meno 15 gradi. Anche lungo le coste la temperatura è rimasta rigida e prossima allo zero. Proprio le bassissime temperature hanno spinto molti Comuni calabresi a chiudere le scuole per la giornata di oggi. A rischio, soprattutto, il rifornimento di acqua e il funzionamento degli impianti di riscaldamento, considerato che le tubature sono rimaste gelate nel corso della notte. Per questo, nelle prossime ore i sindaci decideranno se riaprire le scuole domani o prolungare le vacanze natalizie.

Continua l’attività dell’unità di crisi a Reggio

Prosegue anche oggi l’attività dell’Unità di crisi costituita in Prefettura dallo scorso 6 gennaio. Permangono criticità connesse alla presenza di ghiaccio su alcuni tratti di strade provinciali e comunali. I mezzi della Provincia e dei vari Comuni interessati stanno, pertanto, operando senza sosta per rendere percorribili le arterie interessate con i mezzi spargisale.

In particolare sono in corso di esecuzione le operazioni di spargimento sale e ripristino viabilità nella zona dello Zomaro e nei Comuni di Canolo, Motta San Giovanni così come, sul lato tirrenico, nei Comuni di Cardeto, Santa Cristina d’Aspromonte, San Pietro di Caridà e Laureana di Borrello, dove comunque si sta procedendo a ripristinare la transitabilità di alcune strade allo stato non percorribili a causa della presenza di ghiaccio.

Anche in alcune frazioni del Comune di Reggio Calabria sono in corso di esecuzione le operazioni di spargimento sale, in particolar modo presso la località di S. Venere.

Il Dipartimento regionale della Protezione Civile ha inviato nella serata di ieri 10 bancali di sale per sopperire alla esigenze segnalate dai vari Sindaci della provincia. Le Forze dell’Ordine e i Vigili del Fuoco continuano a operare, su attivazione della Sala operativa, per interventi di soccorso. Rimangono comunque costantemente attenzionate le strade provinciali di accesso ai Comuni montani e pedemontani.

Una situazione difficile ma in via di risoluzione riguarda alcune famiglie che risiedono in frazioni del territorio di Cardeto, rimaste prive di energia elettrica. Il guasto è in corso di riparazione da parte di una squadra dell’Enel e probabilmente la fornitura di energia elettrica sarà ripristinata nel pomeriggio della giornata odierna. E’ tuttora mantenuto costante il raccordo con Viabilità Italia e con la sala operativa della Protezione Civile Regionale.