Ci sono Solchi, in versi: la nuova raccolta di poesie di Nino Mallamaci

da Nino Mallamaci

Venerdì 17 febbraio, alle ore 18, presso il Salone Assindustria (via Torrione n. 96, Reggio Calabria) Nino Mallamaci presenterà, insieme agli amici Enrico Costa e Maria Spoto, la sua nuova raccolta di poesie dal titolo “Ci sono Solchi”. L’attore Fabrizio Barbuto leggerà alcune delle liriche contenute nel libro.

“Ci sono solchi” racchiude componimenti in lingua e un’appendice con alcune poesie in vernacolo reggino, quasi tutte frutto di introspezione e autobiografiche, incentrate su temi universali quali l’amore, il male di vivere, la politica, l’umanità. Centrale il grande sentimento di amore di padre per la figlia Emilia. Il tutto lasciando anche spazio a spunti ironici, ma sempre di grande riflessione.

Nella sua prefazione, Enrico Costa, professore di Urbanistica e fine e apprezzato scrittore, presenta con queste parole  l’opera: “Il cuore di Antonino Mallamaci pulsa di versi, come pulsanti sono le pagine di questa sua Silloge, Ci sono solchi, composta da versi che ne (e ci) incidono il cuore. Il Poeta ce lo dichiara senza mezzi termini, non solo con la prima lirica – “Ci sono solchi”, che dà il titolo alla raccolta –, ma fin dal cuore disegnato sulla copertina della Silloge, sintetica ed efficace rappresentazione grafica – tratto nero “deciso” su fondo bianco “immacolato” – di una profonda ispirazione poetica il cui frutto sono i versi qui collazionati. Frutti amari, cicatrici su ferite profonde come solchi su terreni argillosi, segni dolorosi che marchiano in maniera indelebile il cuore dell’Autore”.

Originale la scelta di affidare l’apertura del volumetto a due prefazioni: oltre che a quella di Costa, all’altra semiseria e sarcastica di Maurizio Mallamaci che, tra l’altro, ha curato la pubblicazione e disegnato la copertina. Nino Mallamaci è arrivato alla sua terza raccolta di poesie, dopo Nonsolamore del 1995 e Raggio di luna del 2004, passando anche per la prosa, con “Breviarium – Racconti e frammenti d’amore di politica di vita” del 2016, e un capitolo, dal titolo “Internet: rischi e opportunità”, inserito nella pubblicazione di Nando Minnella “Internetmania”, nel 2015.