Il Liceo Classico di Reggio è la scuola Polo per il Sud Italia

da Maria Rosaria Rao

In occasione del Primo seminario della Rete Nazionale dei Licei Classici “Classico, Valore aggiunto: un dialogo interdisciplinare”, promosso dalla Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione del MIUR, tenutosi  sabato 11 febbraio 2017, presso l’Aula Magna del Liceo Classico “Mario Cutelli” di Catania, è stato costituito il Comitato Tecnico Organizzativo della Rete, del quale fanno parte, oltre al dirigente del “Cutelli”, scuola capofila, i dirigenti delle quattro scuole Polo per le diverse aree geografiche del Paese: il Liceo Classico “Tommaso Campanella” è la scuola Polo per il Sud Italia, mentre per le altre aree sono stati individuati il Liceo Ginnasio “G. Aproni” di Nuoro per le isole, il Liceo Classico “T. Mamiani” di Roma per il Centro, il Liceo Classico “M. D’Azeglio” di Torino per il Nord.

Il Comitato nel rispetto del protocollo di rete firmato il 21 aprile 2016, guiderà la Rete, che si prefigge di riunire i licei classici nazionali al fine di promuovere insieme le peculiarità del curricolo classico, di valorizzare le iniziative didattiche e scientifiche già avviate nelle varie scuole in collaborazione con le Università, le Sovrintendenze ed il MIUR, nonché di sostenerne altre in programmazione o che saranno programmate ed intraprese successivamente. In particolare, il Liceo Classico “Tommaso Campanella”, nella persona del Dirigente Scolastico, Maria Rosaria Rao, coordinerà per la Rete i licei classici delle regioni Molise, Campania, Puglia, Basilicata e Calabria.