Il dito e la luna dei voli Alitalia da Reggio Calabria

dal Comune di Reggio Calabria

«L’ultima decisiva riunione romana della scorsa settimana ha segnato una chiara e netta inversione di rotta per il nostro aeroporto, grazie alla azione decisa e diretta del sindaco Falcomatà e di tutta l’amministrazione che, in sinergia con gli altri Enti territoriali ed il Governo, è riuscita ad arrestare la fuga di Alitalia dal Tito Minniti». Lo dichiarano in una nota i consiglieri dei Gruppi Svolta e Reset in consiglio comunale.

«Tutti sono consapevoli che gli orari di Alitalia per il mese di aprile non rispondono ancora in pieno alle reali esigenze del territorio – scrivono le compagini di Svolta e Reset – ma le tratte ad oggi attivate devono essere considerate come una possibilità aggiuntiva,  in questa  fase  di gestione  intermedia verso la piena riattivazione del più ampio calendario di voli previsto da Alitalia, ma soprattutto nell’ottica complessiva di rafforzamento dell’aeroporto con l’apporto significativo che avverrà una volta chiuso l’esercizio provvisorio con l’insediamento ufficiale della nuova società di gestione».

«Siamo quindi di fronte – si legge nella nota – ad un tentativo di rigiocare la partita sia per quanto riguarda Alitalia sia per quanto riguarda il complesso di servizi integrati e che gravitano intorno all’aeroporto. E’ ovvio immaginare che di fronte a scenari fallimentari frutto di logiche autodistruttive, se non speculative, che si sono avvicendate nel tempo, la nuova organizzazione rivolta alla creazione di un nuovo assetto efficiente, che dovrà essere garantito dal nuovo gestore,  richiede una fase transitoria necessaria per ridefinire tratte, orari e vettori. Di questo ne siamo pienamente consapevoli, cosi come riteniamo sia da sottolineare con forza l’importante risultato ad oggi ottenuto, cioè garantire la permanenza di Alitalia all’Aeroporto di Reggio, con le significative conseguenze che questo comporta sul piano finanziario, per il preseguo dell’esercizio provvisorio, e sul piano occupazionale, con il tavolo tecnico aperto dalla Prefettura per la tutela dei dipendenti reggini della ex compagnia di bandiera».

«In questa battaglia per riconquistare i cieli – conclude la nota – nell’ottica del rilancio del nostro territorio, non solo riconosciamo l’impegno e l’azione determinante del sindaco Falcomatà nell’indicare e focalizzare i punti della programmazione, ma soprattutto ci rivolgiamo ai cittadini che non potranno che riconoscere al termine il cambiamento invocato da anni. Chi invece si ostina a speculare su questa vicenda, continuando a tirare in ballo i primi orari comunicati da Alitalia, non fa altro che ragionare al modo del contadino che si ostina a soffermarsi sul dito perché ignora la luna».