Il Comune di Reggio chiede alle associazioni cittadine di animare il Giro d’Italia

dal Comune di Reggio Calabria

Reggio Calabria è protagonista del Giro d’Italia 2017, la  città ospiterà una partenza di tappa l’11 maggio ormai prossimo. Ma al di là dell’enorme importanza che il Giro riveste a livello sportivo, ogni anno la storica manifestazione offre la possibilità alle città che ospitano le tappe di proporre attività di intrattenimento per valorizzare le proprie peculiarità. Si tratta di una occasione che consente di mettere sotto i riflettori mediatici offerti dal Giro le realtà artistiche o associative del territorio per presentarle al grande pubblico. Nello stesso tempo le attività di animazioni collaterali alla gara ciclistica consentono di accrescere l’appeal di una manifestazione nazionale che fa parte della grande narrazione collettiva e popolare del Paese. Anche la città di Reggio ha l’opportunità di proporre azioni di animazione.

Lo rende noto il consigliere con delega allo Sport e Turismo Gianni Latella che dichiara:
«L’amministrazione comunale lancia una proposta a tutte le realtà cittadine interessate per supportare gratuitamente l’animazione della tappa attraverso iniziative che possano mettere in luce le potenzialità della città attraverso la vasta gamma di realtà associative, sportive e sociali presenti».  Continua Latella: «Le proposte possono essere assimilabili alle seguenti iniziative: sfilate di gruppi folkloristici, bande musicali, esibizioni di artisti di strada, creazioni artistiche ispirate al Giro o animazioni con coinvolgimento di gruppi di cittadini, scuole di ballo o band musicali che mettano in evidenza il colore rosa. Invitiamo pertanto le numerose realtà sportive e associative presenti a rendersi protagoniste  della tappa reggina del Giro d’Italia».

Le proposte che non prevedono l’utilizzazione di marchi commerciali vanno indirizzate a staffsindaco@reggiocal.it entro il 20 aprile 2017, indicando i recapiti del soggetto referente, breve descrizione della proposta di animazione, attrezzature utilizzate, area prescelta (luogo della partenza o Open Village situato sul Lungomare Falcomatà) e numero di persone coinvolte, allegando eventuali immagini a supporto. Le attività saranno poi sottoposte ad approvazione della compagine organizzativa a livello nazionale che approverà le più attinenti.