Bossanova e jazz per festeggiare il primo anno dalla riapertura del Museo Archeologico di Reggio

dal MArRC

Il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria domenica 30 aprile festeggerà il primo anno dall’inaugurazione della collezione permanente. Cinque livelli di esposizione che, negli ultimi 12 mesi, hanno entusiasmato i visitatori giunti in città per ammirare le bellezze della Calabria antica. Palazzo Piacentini è tra i musei del Mezzogiorno che hanno registrato un incremento significativo di presenze, con una percentuale di oltre il 22% in più nel 2016.

Per l’occasione il MArRC ha organizzato un concerto “diffuso” tra le sale di esposizione, con 4 appuntamenti musicali: alle ore 10.30 e alle 12, alle 16.30 e alle 18. Bossanova e Jazz per chitarra e voce, a cura del Maestro Antonio Barresi e di Carolina Scopelliti, il programma che i visitatori potranno ascoltare ammirando i reperti archeologici esposti nelle vetrine. Occasione anche per conoscere la storia di Reggio e le sue monete, attraverso le mostra “Nomisma” che ripercorre la storia della colonia calcidese dalla fondazione sino a tutto il medioevo. Ma anche “Navi e imbarcazioni nel Mediterraneo antico” e “Viaggi etnografici di fine ‘800” a cura di Carmelo Malacrino e Marta Tagliani, le due mostre che arricchiscono ulteriormente l’esposizione al Museo.

«Il concerto, sarà un modo semplice, ma raffinato, per ricordare il taglio del nastro di un anno fa con il Ministro Dario Franceschini – commenta il Direttore. Sono soddisfatto del prestigioso risultato ottenuto con il convegno “L’antichità nel Regno”, che ha acceso i riflettori sulla tutela dei beni culturali nel Mezzogiorno preunitario, e sul MArRC quale luogo di valorizzazione anche attraverso la diffusione del sapere scientifico. Ringrazio Angela Quattrocchi e Riccardo Di Cesare che hanno curato con me questa iniziativa, i relatori e gli esperti giunti a Reggio dall’Italia e dall’estero».

Lunedì, inoltre, prevista l’apertura straordinaria, in occasione del ponte del 1 maggio. Il Museo sarà aperto, come di consueto, dalle 9 alle 20, con ultimo ingresso alle 19.30.