Gli studenti premiati per il concorso “ragazzi in aula”, in memoria di Fabiana Luzzi

dal Consiglio regionale della Calabria

Si è svolta oggi nell’auditorium “Calipari” di Palazzo Campanella la cerimonia di premiazione degli studenti vincitori del concorso Ragazzi in “Aula” dedicato alla memoria di Fabiana Luzzi. L’iniziativa – promossa dal Consiglio regionale in collaborazione con l’Ufficio scolastico della Calabria e curata dal Settore “Relazioni Esterne” di Palazzo Campanella – verteva quest’anno sul tema: “Scopriamo, Valorizziamo, Sveliamo il nostro pianeta”.

In apertura, il presidente del Consiglio regionale Nicola Irto ha consegnato un omaggio a Marika Luzzi, sorella di Fabiana. “Non possiamo assuefarci – ha detto il Presidente – a vicende che destano orrore come quella dell’uccisione di Fabiana, a cui il Consiglio regionale ormai da quattro anni ha dedicato questo premio. Affinché l’odio non abbia il sopravvento, però, non dobbiamo cedere alla tentazione di chiuderci in noi stessi. Non dobbiamo far prevalere l’egoismo e la paura”.

Presente all’incontro anche la professoressa Franca Falduto, responsabile coordinamento delle consulte studentesche per l’Ufficio scolastico regionale della Calabria, che ha fornito un suo contributo. Subito dopo, la visione dei lavori realizzati dagli studenti delle scuole elementari, medie, e superiori di tutta la Calabria, a conclusione di un percorso teso ad avvicinare sempre più i giovani al Consiglio regionale con l’obiettivo di far comprenderne ruolo e funzioni. 50 le scuole della regione che hanno partecipato al concorso. Oltre 60 i lavori prodotti: dal disegno alla fumettistica fino ai video.

Gli studenti delle scuole elementari, medie e superiori che hanno gareggiato per le tre classi di concorso suddivise per ordine e grado si sono misurati rispettivamente – ed è questa la novità della IV edizione – nei seguenti sottotemi “La bellezza del viaggio: conoscere un mondo senza muri né confini”; “La tutela del paesaggio come dovere dei cittadini” e “Identità e scambio tra cultura diverse: il dialogo come chiave per un futuro di pace”. Vincitori per la categoria “scuole secondarie di secondo grado”: i ragazzi dell’I.T.C. Geometra L. Artistico di Cosenza seguiti dall’I.T.C.S. “L. Palma” Corigliano Calabro (Cs). Hanno conquistato il terzo posto gli studenti del Liceo Scientifico Statale “M. Guerrisi” di Cittanova (Rc). Per la categoria “scuole secondarie di primo grado”: il primo posto è andato all’I.C.S.  “Montalto Uffugo Centro” di Montalto Uffugo (Cs); secondo classificato l’I.C.S. “De Amicis – Bolani” di Reggio Calabria; il terzo posto è stato assegnato all’I.C. “M. Macrì” di Bianco (Rc). Per le “scuole primarie”: ha conquistato il podio più alto l’I.C.S. “G. Pucciano” di Bisignano (Cs) seguito dall’I.C.S. “Don Milani – Sala” – plesso Samà di Catanzaro. Terzo posto per l’I.C.S.  Motta S. Giovanni di Motta San Giovanni (Rc).

Hanno consegnato i riconoscimenti ai giovani vincitori: il presidente del Consiglio regionale Nicola Irto, la responsabile del coordinamento delle consulte studentesche, Franca Falduto, Ugo Massimilla, capo di gabinetto del presidente del Consiglio e Francesco Nicolò, presidente provinciale della Consulta studentesca.

Le scuole che si sono aggiudicate la vittoria hanno ricevuto assieme all’attestato di partecipazione, un premio in denaro, vincolato all’acquisto di materiali o attrezzature didattiche. Inoltre, agli studenti primi classificati per ogni categoria, andrà in premio un viaggio a Sabaudia al Parco del Circeo. Per i secondi e terzi classificati, è prevista una visita alla Riserva naturale regionale “Valli Cupe” .