Liberi di scegliere a Siderno (Rc): Roberto Di Bella e i minori delle famiglie di mafia

da Deborah Cartisano *

L’associazione Cambi@Menti, l’associazione S.IN.A.PSI. ed il coordinamento di Libera Locride hanno il piacere di invitarLa all’evento “Liberi di scegliere. Per un futuro possibile di integrazione sociale per i minori di ‘ndrangheta” che si svolgerà a Siderno il 6 giugno.
L’obiettivo è di far conoscere l’esperienza “Liberi Di Scegliere”, un progetto promosso dal presidente del Tribunale per i Minorenni di Reggio Calabria  il giudice Roberto Di Bella, i cui provvedimenti consentono di spezzare la trasmissione della cultura criminale. Grazie a questo progetto i minori delle famiglie di mafia hanno l’opportunità di intraprendere percorsi formativi e culturali lontani e diversi dai condizionamenti familiari e di mutare il corso del proprio destino. Sono oltre 40 i ragazzi che hanno già  intrapreso questo percorso, molti dei quali per espressa richiesta delle madri.
Partito dalla Calabria, il progetto è pronto ad essere adottato in tutti i tribunali d’Italia e ha suscitato l’attenzione di media internazionali come The Guardian, New York Time, BBC.

Interverranno al convegno il giudice onorario del Tribunale per i Minorenni di Reggio Calabria, dr.ssa Patrizia Surace, il Procuratore Capo della Repubblica di Reggio Calabria, Federico Cafiero De Raho e don Luigi Ciotti, Presidente dell’Associazione Libera, Donatella Maisano, Francesco Riggitano e Mario Congiusta.
L’evento si terrà presso il giardino della biblioteca comunale di Siderno o, nell’eventualità di condizioni meteo avverse, presso la sede del consiglio comunale.

* Coord. Libera Locride