Dal 18 settembre si vola: 2 giornalieri da Reggio per Roma, Milano e Torino

da Federica Morabito

Un tassello, ma di quelli importanti, nell’opera di rilancio dell’aeroporto di Reggio Calabria. Un lavoro silente ma costante ed efficace quello delle Istituzioni, per dare nuova vita al Tito Minniti. Presentati questa mattina i nuovi voli che a partire dal 18 settembre collegheranno Reggio Calabria con Roma, Milano e Torino, con ben 2 voli giornalieri ed a prezzi molto competitivi, ad opera della compagnia Blu Panorama.

Fa gli onori di casa Arturo De Felice, Presidente della Sacal SpA, che ha ospitato la conferenza stampa proprio all’interno dello scalo reggino, e che ha annunciato, ad una sala gremita, la ripartenza dello scalo. Poi la parola alle Istituzioni che stanno lavorando senza sosta nella realizzazione di uno degli obiettivi più importanti per il futuro della città e di tutto il territorio metropolitano: la rinascita dell’aeroporto.

E’ Giuseppe Falcomatà, Sindaco della Città Metropolitana, ad annunciare una notizia importantissima: la volontà dell’Istituzione di entrare in Sacal con quota che le permetta la piena partecipazione rendendo, così, la nostra città parte integrante delle decisioni che riguardano il futuro dello scalo.
“Da marzo ad oggi abbiamo cercato di recuperare una situazione difficilissima, che affonda radici ben più in là del marzo stesso – sono state le parole del Sindaco Falcomatà – e questa conferenza è la fotografia del modo in cui abbiamo scelto di operare: nel silenzio e con discrezione, avendo come unico scopo il bene dei nostri amati territori. Non si tratta di un traguardo ma solo del primo passo nel ripristinare lo status quo ante attraverso una fattiva sinergia con tutte le Istituzioni, la cui assenza avrebbe portato alla definitiva chiusura del Tito Minniti. L’aeroporto non solo resta operativo ma rilancia, grazie anche ai lavoratori che hanno continuato a garantire i servizi. E restituire dignità a lavoratori e fruitori dell’aeroporto è uno dei nostri obiettivi, che raggiungeremo con spirito di responsabilità. Un punto di partenza – sottolinea Falcomatà – perché il lavoro che stiamo facendo mira all’aumento dei voli che, col tempo, darà la possibilità di ampliare i numeri del personale. Accrescere l’offerta, dunque, in costante interlocuzione romana, per ottenere risposte non illusorie ma certe per il reinserimento lavorativo di chi è rimasto fuori, che oggi con comprensibile collera manifesta il suo disappunto e che noi intendiamo tutelare. Il rilancio dell’aeroporto, e dell’intero territorio, passa necessariamente da un sistema integrato di mobilità: questo non può continuare a rimanere un comparto stagno rispetto a gommato, ferrovia, e tutti gli altri mezzi di trasporto, ma tutti dovranno servire l’area dello Stretto; ecco a cosa mira il lavoro che stiamo portando avanti con l’assessore Marino. Questa giornata deve imprimere tanto ottimismo rispetto al lavoro che faremo, sottotraccia, e del quale daremo notizia solo a cose fatte”.

Sebi Romeo, Capogruppo Pd in Consiglio Regionale, in rappresentanza del Governatore Oliverio: “Oggi compiamo un passo importante, e dice bene Falcomatà quando parla di ripartenza. Due anni e mazzo fa prendemmo atto di una situazione  gravissima poi sfociata in un fallimento della società; società che perdeva 8 milioni e mezzo di euro l’anno – spiega Romeo – e utilizzata per fini diversi da quelli di  una strategia aeroportuale. Abbiamo trovato situazione drammatica da risanare. Avere mantenuto aperto l’aeroporto e aver individuato la figura di De Felice è una fortuna e una splendida intuizione di chi governa Regione, Città Metropolitana e Comune”.

Importante la presenza di Gaetano Cacciola, Assessore alla mobilità della città di Messina, che attesta la sinergia tra gli amministratori delle due città dello Stretto e lascia pregustare il roseo futuro dello scalo che sia appresta a rinascere con tutti i vantaggi che questo porterà ai nostri territori. “L’aeroporto reggino può dare opportunità notevoli – ha affermato il Vicesindaco peloritano – stiamo impostando protocolli di collaborazione per fare in modo che l’utenza messinese si appoggi al Tito Minniti e cercheremo di intensificare i passaggi da Messina a Reggio”.

E’, infine, Giancarlo Zeni, amministratore delegato di Bluexpress, a fornire i dettagli tecnici sui voli che sono già on line sul sito della compagnia. “Merito alle Amministrazioni – dice Zani – che ci hanno sollecitato a pensare all’aeroporto reggino in modo imprenditoriale. In futuro ci saranno tanti benefici”.

Al termine della conferenza Falcomatà e Romeo, insieme a Riccardo Mauro, Vicesindaco della Città Metropolitana e Armando Neri, Vicesindaco del Comune di Reggio, si sono fermati ad ascoltare lo sfogo degli ex lavoratori, alla ricerca di una soluzione, assicurando loro il massimo impegno nella loro causa.