Chiude a Cittanova (Rc) Piana Eco Festival

da Piana Eco Festival

Si terrà oggi presso la Villa comunale “C. Ruggiero” di Cittanova l‘ultima giornata del Villaggio Ecologico di Piana Eco Festival. Grande successo per le prime due giornate di un importante appuntamento giunto alla terza edizione, promosso dall’Associazione culturale EcoPiana, presieduta da Carmela Guerrisi. Una ricca e interessante tre giorni avviatasi venerdì che si concluderà oggi, domenica tre settembre.

Il progetto Piana Eco Festival è stato ideato nel 2015 dal giovane imprenditore Girolamo Guerrisi ed è finalizzato alla sensibilizzazione sui temi del rispetto dell’ambiente e del territorio, delle buone pratiche del riciclo e della riduzione degli sprechi.
“Energia e ambiente: beni comuni” sono i temi che hanno caratterizzato l’edizione di quest’anno del Villaggio Ecologico, per la direzione artistica del regista e autore televisivo Sergio Malatesta. Nel corso delle prime due giornate si sono tenute numerose attività all’insegna di proposte e nuove possibilità per salvare il pianeta dall’inquinamento e dallo spreco di risorse. Grande attenzione da parte del pubblico nel corso dei primi due giorni della manifestazione e del ricco programma composto da laboratori, attività interattive e dimostrative, tavole rotonde, spettacoli musicali.

I bambini hanno avuto modo di divertirsi con il laboratorio di “Burattinando. Fare burattini riciclando” a cura di Paola Nasti di Legambiente Reggio Calabria Città Metropolitana. La realtà di Re Mida Bologna Terre d’Acqua ha insegnato ai più piccoli come gli scarti aziendali per la loro funzione-non funzione hanno spesso forme particolari, che a uno sguardo attento possono suggerire continue metafore figurative fino ad un riuso creativo degli scarti. Per i più grandi invece i tutorial di Riciclo creativo curati dall’Associazione Solidal’è onlus che hanno dimostrato com’è possibile riutilizzare oggetti in disuso con un tocco di design.

Un percorso guidato all’interno del Villaggio Ecologico, portato avanti dalle più recenti ricerche dall’Università della Calabria, dall’Università di Salerno e dall’Università Federico II di Napoli; di particolare interesse il focus sulla domotica del Laboratorio Smart Home, con la presentazione di un modello di casa automatizzata, curato dal Centro Studi Smart City del Dipartimento di Ingegneria Meccanica Energetica e Gestionale dell’Unical e dello spin-off accademico Smart City Instruments; è poi possibile assistere alle attività dimostrative e interattive dei Dipartimenti di Chimica e Tecnologie Chimiche dell’UniCal, dedicati in particolare alla relazione tra patrimonio marino e sostenibilità ambientale e conoscere l’Associazione Futuro Solare Onlus di Siracusa che presenta il proprio lavoro sulla speciale vettura ecosostenibile costruita dal gruppo, grazie anche a una stampante 3D. Nella prima giornata, inoltre, è stato possibile conoscere l’importante spin-off accademico “Sigmawater” del Dipartimento di Ingegneria Civile dell’Unical”, che si occupa di ingegneria idraulica sostenibile.

La prima Tavola rotonda di venerdì scorso – moderata dal giornalista e componente del direttivo nazionale Legambiente Nuccio Barillà – è stata incentrata proprio sul tema principale del Villaggio Ecologico “Energia – Ambiente: beni comuni” e docenti e ricercatori dell’Unical – Alessandra Crispini, Silvia Mazzuca, Massimo La Deda e Salvatore Falco – hanno proposto alcune soluzioni riguardanti materiali green e bioedilizia e hanno dimostrato alcuni prodotti riguardanti l’ingegneria civile, con particolare attenzione ai campi dell’ingegneria Idraulica sostenibile. All’incontro, sono intervenuti anche l’agronomo Walter Cricrì e l’artista Cesare Berlingeri. Il primo giorno al Villaggio Ecologico è stato suggellato infine dalle splendide voci de I Karma che si sono esibite in un bellissimo spettacolo musicale.

La seconda giornata è stata all’insegna de “I protagonisti dell’energia” con proposte dal punto di vista della mobilità, con eProLab dell’Università di Salerno – che ha realizzato un kit per convertire un veicolo convenzionale in ibrido-solare, riducendone consumi ed emissioni e migliorando le prestazioni – con Vincenzo Di Bella presidente dell’Associazione Futuro Solare e con Livio De Santoli energy manager dell’Università degli Studi La Sapienza di Roma. Tra gli altri, è intervenuta anche la responsabile di Re Mida Bologna Terre d’Acqua Carlotta Ferrozzi. A conclusione della seconda giornata la premiazione presso il Cinema Teatro “R. Gentile” del concorso video lanciato dall’Associazione EcoPiana “BestGreen Buone pratiche per l’ambiente” che ha visto il coinvolgimento di numerosi partecipanti, studenti e non, da tutta Italia. Dopo la premiazione, la proiezione del medio metraggio “Asphyxia”, vincitore dell’ultima edizione del “Global Short Film Awards” a Cannes come Best Action Film, e interessante l’incontro con la regista del film Alessandra Angeli.

Stamattina, alle ore 9.30, si avrà la possibilità di partecipare a un Percorso naturalistico guidato a cura del Parco Nazionale dell’Aspromonte, alla scoperta delle rare bellezze del nostro territorio. Dalle 10.30 per la tutta la giornata ancora laboratori per bambini, attività interattive e dimostrative e la Mostra fotografica “Coste e Fiumi – paesaggi in mutazione” – curata da Legambiente e dall’Ordine degli Architetti di Roma. Alle ore 18.00, l’ultima tavola rotonda sul tema “Il futuro dell’Energia e dell’Ambiente”, una conversazione con rappresentati del mondo accademico e di quello istituzionale sulle possibili soluzioni per l’ecosistema.

A conclusione della tre giorni, due grandi appuntamenti: il Cooking show dello Chef Gaetano Alia e lo spettacolo musicale dei Bamboo; questi ultimi con i loro strumenti costruiti con oggetti di riciclo trascineranno il pubblico tra sonorità reggae pop ed elettroniche. Il Piana Eco Festival – di cui è presidente onorario l’economista e filosofo di fama internazionale Serge Latouche – si avvale del patrocinio del Comune di Cittanova, della Regione Calabria, del Consiglio regionale della Calabria, della Città Metropolitana di Reggio Calabria, dell’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte, dell’Università della Calabria, dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria, di Legambiente, Comieco, Coldiretti, Inap e della collaborazione di varie realtà associazionistiche Mammalucco onlus, Nuovamente, Solidal’è onlus.