Taurianova, ordigno ad alto potenziale distrugge l’auto della moglie del sindaco Fabio Scionti

Un ordigno ad alto potenziale ha distrutto l’auto della moglie del sindaco di Taurianova (Rc), Fabio Scionti, del Pd. La vettura, una Toyota Yaris, era parcheggiata nel giardino di casa. L’esplosione è avvenuta dopo mezzanotte. Sul posto sono intervenuti i carabinieri, che conducono le indagini, e la polizia. L’auto è stata completamente sventrata dall’esplosione. Fabio Scionti è stato eletto sindaco nel novembre del 2015, dopo il periodo di commissariamento a causa del terzo scioglimento per infiltrazioni mafiose dell’ente e pochi mesi dopo è stato eletto consigliere della città Metropolitana con delega a vari settori strategici come lavori, pubblici e urbanistica.

Irto: ferma condanna

“Esprimo la più ferma condanna e la massima preoccupazione per l’attentato della scorsa notte che, in seguito all’esplosione di un ordigno, ha portato alla distruzione dell’auto in uso alla moglie del sindaco di Taurianova, Fabio Scionti. Un atto di autentica barbarie, che avrebbe potuto provocare conseguenze drammatiche, su cui auspico il più celere accertamento delle responsabilità da parte della Magistratura e delle forze dell’ordine”. Lo afferma il presidente del Consiglio regionale della Calabria, Nicola Irto. “La pesantissima intimidazione che ha colpito la famiglia di Fabio Scionti – prosegue Irto – costituisce uno dei più gravi episodi ai danni di amministratori pubblici avvenuti negli ultimi anni. Rivolgo a Scionti la mia piena solidarietà e la vicinanza alla sua famiglia dopo un attacco di inaudita gravità che colpisce tutta la Calabria onesta e su cui è indispensabile fare tempestivamente piena luce. Contestualmente auspico che le autorità di pubblica sicurezza assumano ogni provvedimento idoneo a garantire la serenità e l’incolumità del sindaco di Taurianova, che dal momento della sua elezione – conclude Irto – ha intrapreso un percorso fondato sulla legalità e su una linea di assoluta trasparenza amministrativa”.

Napoli: solidarietà al sindaco per il grave atto criminale subito

“Esprimo sincera solidarietà al Sindaco Fabio Scionti e alla sua famiglia per il vile, grave ed inaudito atto criminale che nella notte scorsa ha distrutto la sua vettura. Il gravissimo episodio riaccende i fari sulla città di Taurianova che, con sacrificio, sta cercando di risollevarsi dagli anni bui trascorsi. A Taurianova occorrono urgenti interventi per la sicurezza, giacché è chiaro che gli uomini delle locali ‘ndrine continuano in sordina a voler dominare su tutto e su tutti e non accettano la sana pubblica amministrazione. In un Comune il cui Consiglio è stato sciolto per ben tre volte per infiltrazione mafiosa mi appare assurdo che la Magistratura taccia da anni. Innanzi ad una simile grave barbaria mi auguro che tutte le forze politiche ed associazionistiche si uniscano per impedire che Taurianova ripercorra i passati anni nefasti. Al Sindaco Fabio Scionti assicuro la mia vicinanza unita all’incoraggiamento a non rinunciare a proseguire nell’incarico che la cittadinanza gli ha affidato”.

Magorno: gesto di una violenza inaudita

“Ho avuto modo di parlare con il sindaco Scionti per esprimergli la vicinanza mia e dell’intero Partito democratico, dopo l’atto di barbarie di cui è stato vittima la notte scorsa”. E’ quanto afferma il deputato del Pd, Ernesto Magorno, segretario regionale del partito. “Un gesto di una violenza inaudita – prosegue Magorno – un’intimidazione vile che condanniamo con fermezza. Al sindaco non ho potuto che ribadire l’affettuoso invito a proseguire nell’impegno politico-amministrativo nell’esclusivo interesse di Taurianova e dei suoi cittadini, che guardano al Comune come un punto di riferimento sulla strada del riscatto socio-economico e culturale”. Solidarietà e vicinanza al sindaco di Taurianova sono state espresse anche da parte di Giovanni Puccio, coordinatore Pd dell’area metropolitana di Reggio Calabria, “il quale – riporta un comunicato – nelle prossime ore accompagnato da una delegazione del partito, farà visita a Scionti per testimoniare affetto e sostegno nei confronti della sua famiglia”.

D’Agostino: qualcuno non apprezza il suo operato virtuoso

“Un gesto di gravità assoluta contro un uomo per bene e un amministratore di qualità”. Il consigliere regionale Francesco D’Agostino (Oliverio Presidente), appresa la notizia dell’atto intimidatorio perpetrato nella notte ai danni del Sindaco di Taurianova e Consigliere Metropolitano Fabio Scionti, ha condannato con fermezza l’accaduto, esprimendo piena solidarietà all’amministratore e alla sua famiglia. “Scionti sta lavorando al servizio della comunità di Taurianova con abnegazione – ha ricordato D’Agostino – mettendo in pratica competenze e valori importanti. Il percorso da lui intrapreso punta alla crescita sociale, economica e culturale della sua città attraverso i canoni della trasparenza, dell’efficienza e della legalità. Evidentemente qualcuno non apprezza questo operato virtuoso e lo dimostra con gesti vergognosi che attaccano frontalmente lo Stato e i suoi rappresentanti sul territorio. Consegnando la mia vicinanza a Fabio Scionti e ai suoi familiari – ha scandito il consigliere regionale – ribadisco, anche a nome del movimento ‘A Testa Alta’, la ferma condanna dell’atto, con la convinzione che tale accadimento non metterà in discussione quanto di buono fatto da lui e dalla sua Amministrazione. Sono certo – ha aggiunto ancora D’Agostino – che il sindaco saprà andare avanti con maggiore forza e determinazione. Accanto a lui ci sono tutti i cittadini onesti, le istituzioni, le associazioni che lavorano per costruire futuro e vera legalità. L’auspicio è che le Forze dell’Ordine facciano luce al più presto sulla vicenda, assicurando alla giustizia gli autori e restituendo serenità a Fabio Scionti, alla sua famiglia e alla comunità taurianovese”.