Virginia Raffaele al Rendano di Cosenza

da Ruggero Pegna

Fatti di Musica 2017, la trentunesima edizione della rassegna-festival del live d’autore ideata, diretta e organizzata da Ruggero Pegna ogni anno in Calabria, dopo le varie sezioni estive, riparte il 3 novembre alle ore 21.00 dal Teatro Rendano di Cosenza con “Performance”, lo spettacolo di Virginia Raffaele che sarà anch’esso premiato con il Riccio d’Argento del Festival assegnato ad alcuni dei migliori live d’autore di ogni stagione, come sempre realizzato dal maestro orafo crotonese Gerardo Sacco.

Dopo il sold out fatto registrare in tutti i principali teatri italiani, arriva anche in Calabria il one-woman-show con il quale l’istrionica Virginia Raffaele ha confermato il suo straordinario talento. Le maschere più popolari, da  Ornella  Vanoni e  Belen  Rodriguez,  così come i personaggi liberamente tratti dalla realtà, tra cui l’eterna esclusa dai talent show musicali Giorgia Maura o la poetessa transessuale Paula Gilberto Do Mar, sono donne molto diverse tra loro che sintetizzano alcune delle ossessioni ricorrenti della società contemporanea:  la vanità, la scaltrezza, la voglia di affermazione e, forse, la scarsa coscienza di sé. Il tutto raccontato attraverso la lente deformante e irriverente dell’ironia e della satira, tipici elementi che compongono il suo stile. I personaggi si avvicendano tra monologhi esilaranti e dialoghi surreali con la vera Virginia Raffaele che, grazie ad un attento lavoro di regia, interagisce con le sue creature come una sorta di narratore involontario che poeticamente svela il suo “essere – o non essere”. La musica originale del maestro Teo Ciavarella fa da punteggiatura allo spettacolo, accompagnando i personaggi nelle loro performance, sottolineandone i movimenti, enfatizzandone le manie; conferendo allo spettacolo un ritmo forsennato nel cui vortice i personaggi, la stessa Raffaele e le varie chiavi di lettura, si mescolano creando una nuova realtà, a volte folle a volte melanconica.

Performance è uno spettacolo scritto da Virginia Raffaele, Piero Guerrera e Giovanni Todescan, con  Giampiero Solari  che ne cura anche la regia. I trucchi speciali sono a cura di Bruno Biagi e Valeria Coppo. Imponente l’allestimento, che si avvale di immagini e varie soluzioni scenotecniche.

Attrice comica e imitatrice di straordinario talento, Virginia Raffaele  nasce il 27 settembre 1980 a Roma, da una famiglia di tradizione circense. Sua nonna era un’acrobata cavallerizza e insieme ai suoi fratelli gestiva il Circo Preziotti. Negli anni Cinquanta i suoi nonni fondano il Luna Park di Roma, all’Eur, dove Virginia Raffaele trascorre la sua infanzia. A diciannove anni si diploma all’Accademia Teatrale Europea del Teatro Integrato Internazionale diretta da Mariagiovanna Rosati Hansen. Negli stessi anni studia danza classica e danza moderna presso l’Accademia Nazionale di Danza. Dopo numerose esperienze televisive e  cinematografiche, il 13 febbraio 2015 è ospite durante la quarta serata del Festival di Sanremo, condotto da Carlo Conti, imitando Ornella Vanoni e il centralino telefonico. A partire dall’11 aprile 2015 è ospite fisso alla fase serale della trasmissione “Amici” di Maria de Filippi, dove porta numerosi personaggi tra cui la giovane cantante esordiente Giorgia Maura (parodia di una partecipante dei talent ispirata a Emma).

“Il mio progetto – spiega Pegna – presenta e premia spettacoli dal vivo prevalentemente musicali, però nelle varie edizioni sono stati presentati anche spettacoli legati alla migliore comicità e al divertimento puro, premiati per la loro originalità, unicità e bravura degli artisti. Così è stato nella scorsa edizione con il trio Aldo, Giovanni e Giacomo, prima ancora con l’ultimo show dal vivo di Checco Zalone e in passato con artisti come Angela Finocchiaro, Beppe Grillo, Paolo Rossi, Nino Frassica. Ogni tanto – conclude il promoter – oltre a farsi di musica, non guasta farsi di risate e, a parte il gioco di parole con il titolo del festival, anche in questo caso si tratta di un grande spettacolo con un allestimento straordinario e una protagonista eccezionale e amatissima  come Virginia Raffaele, talento puro.”.

Fatti di Musica Radio Juke Box 2017 proseguirà poi il 5 novembre al Teatro Cilea di Reggio Calabria dove, per la riuscitissima sezione internazionale “Reggio chiama Rio” presenterà un evento unico in Italia: “Preludio”, uno speciale concerto del “ministro” Gilberto Gil, tra i più grandi musicisti al mondo,  assieme al Cortejo Afro, il gruppo di travolgenti percussionisti verde-oro diretto dal Maestro di batteria Mestre Gordo, il Nucleo de Opera da Bahia con le voci eccezionali di Graça Reis, Vanda Otero, Carlos Eduardo Santos, Josehr Santos e un gruppo orchestrale calabrese, con la direzione del maestro Aldo Brizzi.

Infine, il 24 e 25 novembre al Palacalafiore di Reggio Calabria sarà presentata la prima assoluta della nuova Opera musicale “Francesco de Paula” ispirata alla vita di San Francesco di Paola, che si avvale di prestigiose firme e di un grande cast di attori, cantanti e ballerini: scenografia di Bruno Garofalo, coreografie di Stefano Bontempi, costumi di Silvia Polidori, direttore di produzione Lucio Mazzoli, regia di Marco Simeoli. Il bravissimo Renato Campese, storico attore teatrale italiano, interpreterà San Francesco. Previsti spettacoli mattutini a prezzo scontato per studenti e serali per tutti.

Fatti di Musica anche quest’anno è tra i progetti vincitori dal bando per Grandi Festival Internazionali di Regione Calabria e Comunità Europea. La sezione “Reggio chiama Rio” è realizzata in partnership con Alziamo il Sipario del Comune di Reggio.