Villa San Giovanni, la Prefettura nomina un commissario

Il prefetto a riposo Vittorio Saladino assume le funzioni del sindaco e della giunta comunale

A seguito del terremoto ammministrativo provocato dalla sentenza del Tar, che ha “decapitato” gli organi di governo del Comune di Villa San Giovanni (che ora si ritrova temporaneamente senza sindaco e senza giunta), la Prefettura di Reggio Calabria ha provveduto a nominare un commissario per la gestione provvisoria.

Di seguito la nota della Prefettura:

Con provvedimento in data odierna il Prefetto di Reggio Calabria ha provveduto alla nomina di un Commissario, ai sensi dell’art. 19 del Regio Decreto 3 marzo 1934 n. 383, per la provvisoria gestione del Comune di Villa San Giovanni nella persona del Prefetto a riposo Vittorio Saladino, che assume le funzioni del Sindaco e della Giunta comunale.

L’adozione di detto provvedimento si è resa necessaria a seguito della ricezione della sentenza del Tribunale Amministrativo Regionale della Calabria – sez. di Reggio Calabria n. 862/2017, con la quale, in accoglimento delle censure proposte da alcuni Consiglieri comunali sono stati annullati: l’atto n. 14904/2017 del 12 giugno 2017, di nomina del Vicesindaco, sottoscritto dal Sindaco dr. Giovanni Siclari e l’atto n. 15640 del 19 giugno 2017, di convocazione del Consiglio comunale, sottoscritto dal Vicesindaco sig.ra Maria Grazia Richichi.

Per effetto di tale pronuncia, si è determinata l’impossibilità di funzionamento dell’Amministrazione locale interessata, per quanto attiene alle funzioni del Sindaco e della Giunta comunale. La suindicata decisione ha contestualmente respinto le censure presentate avverso il verbale di proclamazione degli eletti, restando impregiudicato l’Organo consiliare.