Rosarno: uno spazio comune, due progetti di innovazione sociale

da ArgoMens

Un bene comune che viene restituito alla comunità, questo l’obiettivo condiviso dei progetti FaRo – Fabbrica dei saperi e ArgoMens che saranno presentati domenica 5 novembre alle ore 18.00 con una grande festa presso la Mediateca “F. Foberti” di Rosarno, in provincia di Reggio Calabria.

FaRo – Fabbrica dei saperi è stato scelto fra le 429 proposte candidate da tutta Italia al bando Culturability4 promosso da Fondazione Unipolis per sostenere progetti culturali innovativi ad alto impatto sociale che rigenerano e riattivano spazi abbandonati o sottoutilizzati. FaRo – che darà nuova vita alla mediateca comunale – intende attivare le potenzialità inespresse della comunità attraverso l’arte, il gioco, la musica, la lettura, l’immaginazione, configurandosi come un grande cantiere aperto di innovazione, una nuova piazza. Il progetto, portato avanti dal team composto da Antonella Agnoli, Erica Astolfi, Angelo Carchidi, Francesco Gaglianese, Maria Carmela Greco, Ettore Guerriero, si sviluppa in continuità con il lavoro del gruppo di A Città di Rosarno e la scrittura comunitaria di “Kiwi, Deliziosa Guida di Rosarno”.

ArgoMens è tra le idee progettuali vincitrici della business competition “Giovani&FuturoComune” promossa dall’Associazione Goodwill in partnership con Fondazione Vodafone Italia e Fondazione con il Sud che ha come obiettivo generale quello di stimolare il protagonismo dei giovani nella costruzione di un modello sociale ed economico positivo della Calabria basato sulla valorizzazione dei beni comuni. Il progetto ArgoMens – promosso dall’omonima Associazione fondata da quattro giovani under21 di Rosarno, Federica Orfanò, Alessandro Catalano, Sofia Castagna e Francesca Ciurleo e premiato a Cosenza a maggio (nella foto) – si propone di creare un centro di aggregazione all’interno dell’auditorium comunale e prevede attività diversificate: rassegne cinematografiche e teatrali, eventi culturali, percorsi formativi, laboratori, workshop.
La mediateca e l’auditorium si trasformeranno, pertanto, in un vero e proprio polo culturale attraverso il quale favorire la collaborazione tra le varie realtà associative del territorio e avviare progetti condivisi. Un’esperienza culturale che intende creare promozione e formazione sociale, con il coinvolgimento attivo della comunità, percorsi professionali e circuiti economici virtuosi.

All’evento di presentazione, interverranno, tra gli altri, il sindaco di Rosarno Giuseppe Idà, Roberta Franceschinelli responsabile progetti culturali e comunicazione Fondazione Unipolis, Anna Laura Orrico project manager Giovani&FuturoComune e Pasquale Bonasora esperto Sibec (scuola italiana beni comuni). A cornice della serata, l’intervento musicale a cura del progetto Piana Rock e la degustazione di prodotti locali.

La cittadina della Piana di Gioia Tauro si prepara dunque a divenire protagonista di un percorso culturale innovativo con la realizzazione di due importanti progetti che hanno una missione comune: la crescita socio-culturale ed economica del territorio attraverso la valorizzazione delle sue potenzialità. Da Rosarno, un’immagine positiva della Calabria che fa leva sulle giovani generazioni per dare speranza al futuro.

ArgoMens è tra le idee progettuali vincitrici della business competition “Giovani&FuturoComune” promossa dall’Associazione Goodwill in partnership con Fondazione Vodafone Italia e Fondazione con il Sud che ha come obiettivo generale quello di stimolare il protagonismo dei giovani nella costruzione di un modello sociale ed economico positivo della Calabria basato sulla valorizzazione dei beni comuni.

Il progetto ArgoMens – promosso dall’omonima Associazione fondata da quattro giovani under21 di Rosarno – si propone di creare un centro di aggregazione condiviso con il progetto FaRo e prevede attività diversificate: rassegne cinematografiche e teatrali, eventi culturali e attività formative rivolte ai giovani e agli studenti delle scuole con attività di laboratorio e al personale artistico e tecnico del settore. Tra gli obiettivi del progetto c’è quello di favorire la cooperazione e la collaborazione tra più realtà culturali garantendo l’avvio di progetti congiunti di valorizzazione e promozione culturale e sociale. Il progetto si sviluppa all’interno di un immobile a due piani posto nel centro storico della cittadina di Rosarno, in provincia di Reggio Calabria, in corso di affidamento al team del progetto FaRo, vincitore del Bando Culturability 2017.

Il Comune, il team del progetto FaRo e l’associazione ArgoMens collaboreranno all’interno dello spazio che attualmente ospita l’Auditorium comunale. La presenza nell’immobile di più attività e la rete che si andrà a creare con FaRo e le realtà associative del territorio costituiscono un modo innovativo di rendere la comunità partecipe alla vita culturale di Rosarno, non solo come fruitrice ma come cittadinanza attiva.

ArgoMens, in un contesto fortemente interessato da disoccupazione, basso livello di accesso alla cultura e conflitti sociali, nasce infatti con l’intento di costruire una città aperta e accessibile e di coinvolgere tutta la comunità nello sviluppo socio-culturale ed economico del territorio. Con le associazioni e la rete condividerà l’impegno di riuscire a creare una community tra tutti gli appassionati di cinema e spettacolo.

Il team: Federica Orfanò Presidente e Amministratrice, Alessandro Catalano Vice Presidente – Responsabile workshop, Sofia Castagna Coordinatrice delle attività, Responsabile comunicazione e relazioni esterne, Francesca Ciurleo Tesoriere ed addetta raccolta fondi.
I mentor. Maria Carmela Greco – Laureata in Giurisprudenza ed abilitata alla professione di avvocato, ha lasciato la carriera forense per dedicarsi alla progettazione culturale e sociale, alla formazione sulle tematiche della cittadinanza e della cittadinanza attiva, all’animazione sociale e territoriale. Da sempre appassionata di comunicazione, è anche giornalista pubblicista. Ha fatto parte del team di lavoro di Agenda 21 e registrazione EMAS dei Comuni di Villa San Giovanni e Reggio Calabria, occupandosi dell’attivazione del Forum e della redazione del Piano di azione ambientale. Ha fatto parte della redazione di Kiwi Deliziosa Guida di Rosarno.
Angelo Carchidi – É un architetto sui generis, applica le sue conoscenze da progettista nella cultura e nella promozione del territorio. Si muove tra Rosarno, Roma e Foligno, dove vive attualmente. Nel 2012 insieme a Ettore Guerriero e a Giovanna Tutino è stato tra gli ideatori di A di Città e del Festival della Rigenerazione della città di Rosarno. È un instancabile nomade ma con un forte senso delle radici nella sua terra natia. Da quasi 4 anni promuove progetti di coesione sociale nelle comunità in cui ha vissuto: prima a Rosarno, dove continua il lavoro di A di Città, ora anche in Umbria. Con A di Città ha lavorato con i temi dell’arte, dell’ambiente, dell’architettura, dell’agricoltura e dell’autocostruzione.

Giovani&FuturoComune vincitore del Socialitas Social Award è un percorso di progettazione partecipata, promosso dall’agenzia formativa Goodwill e Talent Garden Cosenza, nato nel 2012 con l’obiettivo di costruire un nuovo modello sociale ed economico che faccia rifiorire in Calabria l’amore per la propria terra, per il patrimonio culturale e per i principi quali la legalità e la cooperazione. Giovani&FuturoComune vuole creare un hub per il Sud Italia dove i giovani possano formarsi sui temi della sharing, circle e digital economy applicandole all’imprenditoria sociale e culturale per sviluppare nuove idee di impresa o diventare i manager delle aziende che saranno diventate bene comune perché socialmente responsabili e capaci di investire in innovazione sociale.

ArgoMens, attraverso le proprie attività, vuole offrire alla cittadinanza un luogo aperto e accogliente, in cui la cultura ed in particolare il cinema sono lo strumento privilegiato per la coesione sociale. ArgoMens rappresenta pertanto un’opportunità di riscatto sociale per la città, che attraverso processi innovativi coinvolge la comunità nel raccontare una nuova storia.

  1. Le attività di ArgoMens come momento nevralgico dello sviluppo culturale e sociale

ArgoMens esprime un progetto ampio e stratificato in grado di incidere nella crescita culturale e sociale della cittadinanza. Si propone la diffusione della cultura del cinema e del teatro come espressione artistica ma anche come strumento per una migliore comprensione del reale e come mezzo espressivo della complessità dell’individuo e delle dinamiche sociali e personali che lo coinvolgono.

  1. ArgoMens e l’impegno per la legalità

Il progetto assume una precisa dimensione etica in quanto collocato in un contesto ambientale inciso gravemente dalla criminalità organizzata, alimentata e sorretta da un preciso humus “culturale”, caratterizzato dal disprezzo per la legalità, per le leggi dello Stato, per le regole del vivere civile. ArgoMens intende veicolare i valori della legalità, del rispetto degli altri e dei beni comuni, azione comune, spazio sociale e recupero del senso di responsabilità.

  1. Il progetto ArgoMens una risorsa per tutto il territorio

ArgoMens è un unicum per il territorio della Piana di Gioia Tauro che non ospita nessun’altra realtà del genere. Un’esperienza culturale che crea promozione e formazione sociale, percorsi professionali e circuiti virtuosi anche a livello economico. Si tratta di un modello di impresa culturale che coinvolge le giovani generazioni e che nasce e si sviluppa con risorse in grado di creare indotto economico positivo. Essa costituisce una immagine positiva della Calabria attraverso la valorizzazione del territorio e delle sue potenzialità.

Attività: la programmazione è modulata per gusti ed età diverse.
Per i tre target principali individuati si struttura un sistema di offerta che punta a coinvolgere la fascia di popolazione più giovane attraverso proiezioni in collaborazione con gli istituti scolastici e la visione di serie tv e film cult strutturati in “maratone a tema” della durata di un intero pomeriggio/serata. Si darà spazio ad un’offerta teatrale che coinvolga i bambini e le giovani famiglie. Inoltre l’organizzazione di workshop e laboratori sull’arte cinematografica e teatrale e sullo storytelling completa un sistema che mira non solo a intrattenere ma anche a formare. Il sistema di offerta è così sintetizzato per target:

FAMIGLIE​ ​E​ ​BAMBINI​: film d’animazione – rappresentazioni teatrali;
GIOVANI ​film e serie tv – rassegne dedicate – laboratori e corsi legati al cinema e al teatro per acquisizione di nuove competenze;
SCUOLE​ ​rappresentazioni teatrali e proiezioni cinematografiche (anche in lingua originale).