Everychildismychild: storie raccontate da 33 artisti per tutelare i diritti dei bambini

L’avvocato Maria Francesca Quattrone, reggina trasferitasi a Roma, fondatrice e partner dello studio Dike legal, è l’avvocato dell’associazione Everychildismychild. Un progetto che sta per partire, e che la Quattrone spiega così: “Il mio impegno a fianco degli artisti è quello di tutelare i diritti dei bambini. Penso sia responsabilità e dovere di ognuno apportare le proprie competenze ed esperienze per sostenere situazioni di disagio che riguardano i diritti dei minori. Ho sempre sotto gli occhi la Dichiarazione Universale dei diritti del fanciullo, perché ogni bambino ha diritto ad essere felice!”.

Quattrone ha avviato da tempo un progetto di Responsabilità sociale con il suo studio e l’incarico dell’associazione Everychildismychild rientra nell’ambito di quelle attività: ha seguito gli artisti fin dall’inizio, dalla registrazione del marchio alla costituzione in associazione poi onlus, passando per la negoziazione e stipula del contratto editoriale con Salani Editore. “Mi sono occupata anche della redazione di un protocollo di intesa con l’associazione Onlus Insieme si può fare per il progetto della PlasterSchool, in modo da seguire passo dopo passo le varie fasi dei lavori e mettere così in capo al destinatario dei fondi obblighi di rendicontazione e trasparenza a tutela dei donatori innanzi tutto, ma anche degli artisti che hanno investito nel progetto con la loro immagine e la loro arte”.

Arriva in libreria, dal 13 novembre, #EVERYCHILDISMYCHILD Storie vere e magiche di piccola, grande felicità, inedita selezione di storie raccontate da trentatré protagonisti del mondo dello spettacolo italiano che hanno deciso di tornare bambini per parlare di felicità e raccogliere fondi da devolvere attraverso l’associazione #everychildismychild alla Onlus “Insieme si può fare” e ricostruire la Plaster School, un centro educativo e rieducativo elementare per i bambini profughi al confine tra Siria e Turchia.

Si tratta di un libro destinato ai bambini e ai ragazzi ma anche ai loro genitori e nonni, un dono pieno di gioia per tutta la famiglia a cui hanno partecipato: Niccolò Agliardi, Luca Argentero, Claudio Bisio, Marco Bonini, Andrea Bosca, Lorena Cacciatore, Paolo Calabresi, Giorgia Cardaci, Alessandro Cattelan, Martina Colombari, Lodovica Comello, Paola Cortellesi, Simone Cristicchi, Valentina D’Agostino, Fedez, Donatella Finocchiaro, Diane Fleri, Anna Foglietta, Giorgia, Lino Guanciale, JAx, La Pina, Edoardo Leo, Vinicio Marchioni, Paola Minaccioni, Gabriella Pession, Lillo Petrolo, Violante Placido, Vittoria Puccini, Saturnino, Daniele Silvestri, Sofia Viscardi, Luca Zingaretti.

Spiega Anna Foglietta, presidente dell’associazione: #everychildismychild è un pensiero che nasce dall’esigenza, forte, di mettere a servizio dei bambini che soffrono, la nostra piccola o grande notorietà – ha spiegato Anna Foglietta, presidente dell’associazione -. Raccogliere fondi da destinare di volta in volta a progetti che si occupano della tutela dei minori, è in cima alla lista dei nostri pensieri, ma anche sensibilizzare le persone per creare una società dove il messaggio del ‘fare del bene’ diventi un inno comune e da quello ripartire per riscoprire l’umanità che è dentro ognuno di noi. Oggi ci occupiamo dei bambini siriani, ma ci sono tante, troppe zone d’ombra, dove l’infanzia non è protetta, ed i bambini lottano quotidianamente contro i mostri della guerra, della fame, della malnutrizione e della povertà educativa. #everychildismychild sarà sempre al fianco di chi soffre davvero”. Perché ogni bambino ha diritto a essere felice, perché solo con la felicità, il gioco e la fantasia si può sconfiggere la brutalità della guerra.

Sempre trentatré sono gli illustratori che hanno reso in immagini le parole magiche degli artisti, realizzando una tavola a colori per ciascuna storia: Allegra Agliardi, Cristina Amodeo, Paolo Bacileri, Alice Beniero, Elenia Beretta, Peppo Bianchessi, Julia Binfield, Anna Laura Cantone, Ivan Canu, Zosia Dzierzawska, Camilla Falsini, Costanza Favero, Michele Ferri, Desideria Guicciardini, Deborah Guidi, Silvia Idili, Spider, Simona Mulazzani, Fabian Negrin, Giulia Orecchia, Giuseppe Orlando, Sonia Maria Luce Possentini, Claudio Prati, Serena Riglietti, Paola Rollo, Guido Scarabottolo, Teresa Sdralevich, Silver, Gaia Stella, Daniela Tieni, Linda Toigo, Arianna Vairo, Olimpia Zagnoli.

Every Child is My Child Onlus, neo costituita, conta dell’adesione di 220 artisti ed è la prima organizzazione composta da tante persone dello spettacolo che tutte assieme si sono spese per sensibilizzare l’opinione pubblica dicendo “Basta” alla guerra in Siria. ECIMC è così divenuta da movimento ad associazione concreta per dare risposte reali alle richieste di aiuto e persegue molteplici finalità, dal sostegno di organizzazioni nazionali, europee e internazionali a difesa dei diritti civili dei bambini, alla promozione di campagne di sensibilizzazione e informazione rivolte all’opinione pubblica e ad ogni soggetto pubblico istituzionale o privato sui temi legati all’infanzia, di attività di raccolta fondi a sostengo di bambini in stato di difficoltà economica e sociale, di disagio o di salute precaria anche a causa di conflitti locali o emarginazione di ogni tipo. L’associazione supporta organizzazioni che si occupano di bambini colpiti da sofferenza, fame, miseria e dolore, ovunque essi siano; incentiva attività di promozione e supporto al miglioramento del livello di scolarizzazione, in particolare, in contesti di povertà o indigenza o stato di bisogno, sul territorio nazionale o internazionale; diffonde la cultura dell’accoglienza al fine di favorire l’integrazione dei minori in difficoltà e prevenire fenomeni di disagio e di emarginazione.