Dopo l’intimidazione disposta la vigilanza per Ninni Tramontana

All’indomani dell’atto intimidatorio perpetrato nei confronti dell’Azienda vinicola Tramontana, di proprietà della famiglia del presidente della Camera di Commercio di Reggio Calabria, Ninni Tramontana, il prefetto Michele di Bari ha indetto una riunione tecnica di coordinamento delle Forze di Polizia. Alla riunione hanno partecipato  Gaetano Paci, procuratore distrettuale della Repubblica facente funzioni di Reggio Calabria, il questore, il comandante provinciale dei Carabinieri e il vice comandante provinciale della Guardia di Finanza. Nel corso della riunione è stato sviluppato un percorso che le forze di polizia attueranno nell’ambito dei più stringenti controlli del territorio in atto nella zona di Gallico della Città di Reggio Calabria. All’incontro il prefetto ha invitato il presidente della Camera di Commercio. Dopo una attenta disamina della situazione, sono state disposte adeguate misure di vigilanza nei confronti del presidente della Camera di Commercio oltre all’intensificazione dell’attività di controllo e di prevenzione del territorio.