Stato d’agitazione all’Agenzia delle dogane di Reggio

“Le argomentazioni ed i dati oggettivi emersi dall’ultima assemblea del personale dell’Agenzia delle Dogane, tenutasi lo scorso 20 Marzo assieme alla RSU ed alle OO.SS. di categoria, non ha lasciato spazio ad altre soluzioni, viste le resistenze poste in essere dall’amministrazione della stessa Agenzia che, anche in netto contrasto con la sentenza del Consiglio di Stato che non vincola la sede dell’agenzia regionale al capoluogo di regione, ha stabilito, con una modifica unilaterale dell’attuale regolamento di Amministrazione, il trasferimento di tale sede presso la città di Catanzaro”. E’ quanto sostiene la Uilpa in una nota. “La stessa amministrazione che, nel corso degli ultimi anni, investendo notevoli risorse in termini di personale e strutture, ha fatto si che la sede regionale di Reggio Calabria, con competenze anche sulla Basilicata, diventasse un nodo strategico sia per le attività direzionali, che per lo sviluppo delle relazioni esterne e della formazione, anche in virtù della presenza di una modernissima ed avanzata sala multimediale.

Proprio per garantire il rispetto dei principi di continuità amministrativa, economicità, efficacia, efficienza e razionale organizzazione dei servizi e, soprattutto, al fine di tutelare gli inalienabili diritti dei lavoratori, la UILPA territoriale di Reggio Calabria, chiede con forza a tutti i soggetti preposti, locali e nazionali, di voler acquisire e valutare le motivazioni che hanno indotto l’Agenzia a predisporre ed attuare il trasferimento della sede regionale e modificare, in maniera unilaterale, il Regolamento di Amministrazione. Patrizia Foti, segretario Generale territoriale di Reggio Calabria, ribadendo con forza la posizione già assunta, in linea con quella della segreteria Nazionale UILPA, si riserva di valutare tutte le forme di protesta da attuare, in conseguenza dell’annunciato stato di agitazione”.

La nota dell’assemblea del 20 marzo

In data 20 marzo 2018, a seguito di apposita convocazione delle OO.SS., il personale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli – settore Dogane (Provincia di Reggio Calabria) ha incontrato in assemblea le OO.SS. per discutere in merito alla riorganizzazione dell’Agenzia e alla Direzione Regionale Calabria, avente competenza sul territorio delle regioni Calabria e Basilicata, con sede a Catanzaro. Le OO.SS. territoriali, aderendo e sostenendo con forza  quanto emerso nel corso dell’assemblea, proclamano lo stato di agitazione di tutto il personale della Provincia di Reggio Calabria, a significare il profondo malessere che l’organico sta vivendo in prospettiva della dichiarata chiusura dell’attuale sede della Direzione Interregionale per la Campania e la Calabria sita nella Città Metropolitana di Reggio Calabria e chiedono alle OO.SS. nazionali di intervenire presso tutte le sedi competenti affinché:

  • sia modificato il Regolamento di Amministrazione nella parte inerente l’indicazione della sede a Catanzaro della Direzione Regionale Calabria, con l’individuazione della sede a Reggio Calabria, in continuità con quanto previsto nel Regolamento di Amministrazione attualmente in vigore (che prevede le sedi di Napoli e Reggio Calabria per la Direzione Interregionale per la Campania  e la Calabria).
  • siano  acquisite le motivazioni che hanno indotto l’Agenzia a individuare la sede di Catanzaro, che dimostrino il rispetto dei principi di continuità amministrativa, economicità, efficacia, efficienza e razionale organizzazione dei servizi, e che non comportino nuovi investimenti e spese.