Morti due uomini nell’incendio di un pub di Catanzaro Lido

Due giovani hanno perso la vita in un incendio avvenuto questa notte al “Tonnina’s pub” di Catanzaro Lido. A dare l’allarme alla sala operativa del 115 una pattuglia dei baschi verdi della Guardia di Finanza che, durante un turno di controllo del territorio, ha notato del fumo fuoriuscire dal locale. Sono servite diverse ore di intervento e venticinque unità operative per domare l’incendio. Le vittime sono Giuseppe Paonessa ed Eugenio Sergi di Borgia.

Da un sopralluogo effettuato al termine delle operazioni di spegnimento, i vigili del fuoco hanno rinvenuto, all’interno del locale, i corpi privi di vita di due giovani. Dai primi rilievi effettuati con strumenti in dotazione al nucleo NBCR si è ipotizzato l’utilizzo di liquidi accelleranti, da qui la possibile natura dolosa del rogo.

Ulteriori accertamenti per chiarire le dimaniche di un incendio che si è trasformato in tragedia, sono ancora in atto. Secondo quanto è emerso dai primi accertamenti dei vigili del fuoco, non è escluso che i due morti siano le stesse persone che stavano appiccando l’incendio al locale, presumibilmente per finalità estorsive. Il locale al momento del rogo era chiuso.

Sul posto è intervenuta una squadra del distaccamento di Sellia Marina e due squadre della sede Centrale con supporto di autobotte ed autoscala nonché il funzionario di guardia a coordinare le operazioni insieme alla guardia di finanza e alla polizia scientifica. Sul luogo dell’incendio anche il magistrato e medico legale per quanto di loro competenza.

Morti sono gestore altro bar e dipendente

Sono il gestore di un bar di Borgia ed un suo dipendente i due uomini morti nell’incendio nel pub “Tonnina’s” del quartiere Lido di Catanzaro. Giuseppe Paonessa, di 36 anni, di Borgia, gestiva un bar nel suo paese ed Eugenio Sergi lavorava nel locale con lui.

Entrambi, secondo quanto si è appreso, non risulta avessero rapporti con la criminalità organizzata. Paonessa, nel 2010, era stato arrestato perché aveva sparato contro il fidanzato della sua ex ragazza e poi era stato condannato per lesioni.

La Polizia sta sentendo alcune persone nell’ambito delle indagini sul rogo del pub di Catanzaro Lido. L’obiettivo è ricostruire le ore precedenti all’incendio e l’esatta dinamica.

Il pub ha più volte cambiato gestione e l’ipotesi del racket non è l’unica su cui si concentrano gli investigatori. Al momento ci sono ancora alcuni aspetti da chiarire e su cui si concentrano le indagini.