Il Tdl annulla le misure cautelari nei confronti del sindaco di Cariati e di due dirigenti

Il Tribunale della Libertà di Catanzaro in accoglimento delle richieste avanzate dagli avvocati Francesco Nicoletti, Maria Rita Bagalà, Giuseppe Labonia, Nicola Candiano, Roberto Laghi ed Enzo Belvedere ha annullato l’ordinanza emessa dal Gip di Castrovillari nei confronti del sindaco di Cariati Filomena Greco, di due dirigenti dell’area tecnica e di due amministratori di una ditta per raccolta rifiuti. Lo rende noto un comunicato. Nei confronti di Filomena Greco, il gip, nel luglio scorso, aveva disposto il divieto di dimora a Cariati e a Corigliano Rossano nell’ambito di un’inchiesta della Procura della Repubblica di Castrovillari in cui si ipotizza il reato di turbata libertà del procedimento di scelta del contraente in relazione alla scelta del contraente per l’affidamento del servizio di raccolta dei rifiuti. Il gip aveva poi disposto per il dirigente dell’Area tecnica del Comune di Cariati Giuseppe Fanigliulo, la sospensione dal pubblico impiego nonché l’obbligo di dimora nel comune di residenza; per l’ex dirigente dell’Area tecnica del Comune Adolfo Benevento, ora in pensione, il divieto di dimora nel comune di residenza; nei confronti di due rappresentanti la Ecology Green, società che sarebbe stata favorita in sede di affidamento diretto, Antonio Fusaro e Cristoforo Arcovio, l’interdizione dall’esercizio dell’attività d’impresa e l’obbligo di dimora nel comune di residenza.