Reggio, avviate le operazioni di demolizione del Circolo Posidonia

dal Comune di Reggio Calabria

Sono state avviate questa mattina, sul Lungomare di Gallico, le operazioni di demolizione dello stabile abusivo “Ristorante Fata Morgana” che ha ospitato negli ultimi anni la sede del circolo Pescatori Posidonia.

L’intervento, del costo complessivo di circa 50 mila euro, prevede la demolizione integrale dell’antico edificio, oltre che la bonifica ed il ripristino dell’intera area, che tornerà quindi all’originaria destinazione, riconsegnando al Lungomare di Gallico la splendida vista dello Stretto.

A darne notizia il sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà che questa mattina ha voluto essere presente all’avvio delle operazioni di demolizione dello storico manufatto.

«Questo ennesimo intervento di demolizione – ha dichiarato il sindaco a margine del sopralluogo – che segue di pochi mesi gli interventi sul Lungomare di Gallico e sul litorale di Bolano, sempre nella zona nord della Città, ci consente di bonificare un’area che nel tempo, anche a causa di un recente incendio che aveva interessato la struttura, negli ultimi tempi anche al centro delle ben note vicende giudiziarie, si era trasformata in una sorta di discarica a cielo aperto».

«Un intervento – ha aggiunto il primo Cittadino di Reggio Calabria – propedeutico all’avvio dei lavori per la riqualificazione dell’intero Lungomare di Gallico, che punta al ripristino del decoro urbano ma anche segno del recupero di quel senso di legalità e di giustizia sociale che la Città chiede a gran voce».

NDR: le vicende giudiziarie alle quali si riferisce il sindaco sono relative all’inchiesta “Fata Morgana” e alle attività all’interno del circolo da parte di Paolo Romeo e del gruppo che a lui faceva capo.