Primarie Pd, anche in Calabria trionfa Zingaretti

Anche in Calabria, la vittoria schiacciante è stata quella del governatore del Lazio, e ora nuovo segretario del partito Nicola Zingaretti, che ha superato di netto gli altri due candidati Maurizio Martina e Roberto Giachetti. Zingatti è riuscito a trionfare in tutte le province. Sono stati oltre 70 mila i votanti in Calabria per le Primarie del Pd. Il dato é stato fornito da fonti del partito. Le operazioni elettorali si sono concluse regolarmente nei seggi allestiti in tutta la regione. Unica eccezione Cassano allo Jonio, dove il seggio é stato chiuso per il forfait dato da due scrutatori. Palese la soddisfazione negli ambienti del partito calabrese per il notevole afflusso al voto, definito “un importante momento di partecipazione”.

I risultati

La mozione a sostegno del governatore del Lazio, che nella regione poteva contare su due liste, non ha praticamente incontrato resistenza, vincendo con una percentuale superiore al 65%, anche se ancora i dati definitivi non sono stati ufficializzati.

Per quanto riguarda i principali centri della Calabria, a Catanzaro Zingaretti ha conquistato 793 voti contro i 262 di Maurizio Martina e i 133 di Roberto Giachetti. A Cosenza il governatore del Lazio ha raccolto il 65% dei consensi, con complessivi 4.400 voti ottenuti nella cintura capoluogo-Rende-Montalto rispetto agli 896 di Martina e ai 283 di Giachetti. A Reggio Calabria successo di Zingaretti con il 54,5% (3.780 voti) ) a fronte del 32,6% di Martina (2.263) e del 12,8% di Giachetti (887). Nel Crotonese il governatore del Lazio ha raccolto complessivamente il 75% delle preferenze, mentre Martina si è fermato al 20% e Giachetti al 4,8%. Nella città di Vibo Valentia Zingaretti ha riportato 546 voti, Martina 51 e Giachetti 26. In Calabria erano due le liste a sostegno della candidatura a segretario nazionale di Zingaretti, una a sostegno di Martina e una a sostegno di Giachetti.

Premiata Piazza Grande

Per la mozione Zingaretti sono scese in campo la lista “Piazza Grande”, promossa dall’area rappresentata dal governatore Mario Oliverio, dalla parlamentare Enza Bruno Bossio e dal capogruppo del Pd alla Regione, Sebi Romeo, e dall’area franceschiniana, e la lista “Calabria con Zingaretti” promossa dal consigliere regionale Carlo Guccione, leader degli orlandiani a livello regionale, e dall’ex deputato Bruno Censore: in questo “derby” sotto la bandiera di Zingaretti, le primarie calabresi hanno premiato in maggioranza la lista “Piazza Grande”. A sostegno della candidatura di Martina era invece attestata l’area renziana del partito regionale, rappresentata tra gli altri dal senatore Ernesto Magorno, dal deputato Antonio Viscomi e dal presidente del Consiglio regionale Nicola Irto. Tra i dati piu’ curiosi della competizione, la vittoria schiacciante riportata da Zingaretti a San Giovanni in Fiore, comune nel quale risiede il presidente della Regione Oliverio: il governatore laziale ha infatti conquistato 910 voti dei complessivi 1.008 espressi dai sangiovannesi. Per Martina invece si e’ registrata la vittoria nel comune di Lamezia Terme, il quarto per grandezza in Calabria. Il dato delle primarie in Calabria, inoltre, avra’ sicuramente ricadute sugli equilibri del Pd, al momento affidato alla guida del commissario Stefano Graziano ma in fase di preparazione del congresso regionale, anche in vista delle prossime elezioni per la Regione.

Irto: grande giornata di partecipazione, congratulazioni a Zingaretti

 “Quella di oggi è stata una splendida prova di partecipazione e di democrazia. Una giornata che rilancia il ruolo del Partito Democratico come motore del centrosinistra e come unica realtà politica del Paese in cui i cittadini, quelli in carne e ossa, contano davvero con il loro voto”. Lo afferma Nicola Irto, presidente del Consiglio regionale della Calabria, dopo le primarie che hanno sancito l’elezione di Nicola Zingaretti a segretario nazionale del PD. “Mi congratulo con Zingaretti – prosegue Irto – e confido in uno spirito di rinnovata coesione e di sintesi verso un partito aperto e pluralista. Il PD rappresenta l’ultimo argine al dilagare dei populismi, dei nazionalismi e della xenofobia e il punto di riferimento per il mondo delle Regioni e delle autonomie locali oggi messe sotto attacco”. 

Falcomatà: primarie punto di svolta per il paese

“Complimenti e buon lavoro al segretario Nicola Zingaretti. Queste primarie segnano un punto di svolta non solo per il Pd ma per il Paese”. Lo dichiara il sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà commentando i risultati delle Primarie del Partito Democratico. “Il nostro popolo – aggiunge – ha dimostrato di avere una gran voglia di partecipare. Questa giornata, una vera e propria festa per la democrazia, consegna a Nicola una comunità solida ed entusiasta, plurale ed unita, pronta ad abbracciare la sfida dell’alternativa al Governo delle destre e dei populisti”. E’ una vittoria straordinaria – conclude il sindaco di Reggio Calabria – che ci assegna una grande responsabilità: sono convinto che insieme faremo un ottimo lavoro”.