‘Ndrangheta, blitz in Lombardia con 19 arresti

Dalle prime ore di oggi, i carabinieri del Ros e del comando provinciale di Bergamo stanno dando esecuzione a 19 provvedimenti cautelari emessi nei confronti di presunti appartenenti ad un sodalizio ‘ndranghetistico operante secondo le indagini in Lombardia. Gli arresti, informano gli investigatori, in corso contestualmente in diverse località delle regioni Lombardia e Calabria. Le indagini, coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia di Brescia, su estorsioni, danneggiamenti a mezzo incendio e riciclaggio. I particolari dell’operazione saranno illustrati nella conferenza stampa che si terrà nella procura della Repubblica di Brescia, a cui parteciperà il procuratore nazionale antimafia.

De Raho: “Cellula offriva servizi ad aziende”

“Da questa inchiesta emerge la presenza di una cellula della ‘ndrangheta che operava stabilmente nelle province di Bergamo e Brescia”. Lo ha detto il procuratore nazionale antimafia Cafiero De Raho presente a Brescia per presentare i dettagli di un’inchiesta della Dda di Brescia che ha portato all’arresto di 19 persone tra Lombardia e Calabria. L’indagine è nata dall’incendio di un capannone di una società di autotrasporti nella provincia di Bergamo. “Questa cellula offriva servizi alle aziende” ha detto il procuratore nazionale antimafia. Riferimento della cellula era il calabrese Carmelo Caminiti, ritenuto legato alla cosca calabrese di Michele Franco. Il gruppo agiva nel settore del trasporto ortofrutticolo.I

Gli arrestati:
Demetrio Andrea Battaglia
Carmelo Caminiti 
Michele Fabio Caminiti
Anna Maria Franco
Paolo Malara
Antonio Pizzi
Antonio Francesco Pizzimenti
Alessandro Santini
Carlo Santini
Maurizio Scicchitani
Carmelo Caminiti 
Giuseppe Papaleo
Domenico Lombardo
Giovanni Condò
Mauro Cocca
Vincenzo Iaria

Arresti domiciliari:
Sergio Malara
Antonio Rago
Felice Sarica