Le ipotesi che si nascondono sotto piazza Garibaldi a Reggio. Quella del forte spagnolo la meno quotata

L’archeologa Maddalena Sica: «Ho sentito molti voli pindarici ma in questo momento non possiamo fornire dichiarazioni». Daniele Castrizio: «Di certo si tratta di una costruzione romana». Angela Pellicanò: «La posizione della piazza fa pensare ad un tempio dedicato agli dei del mare, come Castore e Polluce»