Mattarella a Locri con Libera: 950 nomi, 950 ferite che dobbiamo fare nostre

di Paola Bottero – Mille ferite che hanno bisogno di essere mostrate, urlate, con orgoglio e dignità, per fare un po’ meno male a chi le porta addosso per sempre ed iniziare a far male a chi non ha bisogno di essere un familiare per sentirsi fratello, sorella, genitore, figlio delle vittime innocenti.